Hanami Blog

5 videogiochi facili da capire in giapponese

7 marzo 2014 19 CommentiGiapponese, Videogiochi
Final Fantasy 7

Ultimamente ho riscoperto il piacere di giocare ed imparare in contemporanea il coreano, quindi significa che il mio livello non è così basso! Ma oggi non parlerò del coreano, volevo citare 5 giochi in giapponese più o meno semplici che consiglio di giocare.

Sono perfetti sia per divertirsi che per migliorare la lingua!

Iniziamo dalla quinta posizione in classifica:

5. Final Fantasy 7 (PS1 e PSN)

La storia inizia con Cloud, ex-soldato che viene reclutato dal gruppo ribelle Avalanche per un attacco alla multinazionale ShinRa. La multinazionale fa profitto attraverso l’impiego dell’energia chiamata “Mako” senza preoccuparsi degli effetti che potrebbe avere sul pianeta.

A parte il fatto che è uno dei miei giochi preferiti (chissà da dove arriva il mio nickname…), è quello più difficile della lista ma neanche così tanto. Lo consiglio maggiormente a chi si trova ad un livello intermedio rispetto ad un principiante.

Scena di battaglia di FF7

Contro chi stanno combattendo?

L’ho giocato diversi anni fa e devo ammettere che non ho avuto particolari problemi a giocarci, l’ho capito meglio di quando lo giocai in inglese anni e anni prima.

Non ha furigana, ma non mi pare utilizzi kanji particolarmente complicati (addirittura il menù è tutto in kana!) L’unica cosa che può dare problemi sono alcuni slang e modi di parlare dei personaggi.

Se conosci il gioco a memoria non posso che consigliarti di giocarlo in giapponese ancora una volta e migliorare la lingua.

4. Time Hollow (Nintendo DS)

Nel giorno del diciassettesimo compleanno di Tokio Horō, scompaiono misteriosamente i suoi genitori. Horo è l’unico a sapere che sono scomparsi a causa del tempo modificato. Con l’utilizzo della Hollow Pen, oggetto in grado di creare buchi nel tempo, il protagonista tenterà di riportare la realtà allo stato originario.

Un’avventura grafica molto carina abbastanza breve e non troppo complicata. Come quasi tutti gli altri giochi anche a questo mancano i furigana.

Non mi pare ci siano parole particolarmente difficili, ho il ricordo di un gioco abbastanza facile da capire.

Time Hollow

Dialogo di Time Hollow

3. Ni no Kuni (Nintendo DS e PS3)

La storia ruota attorno a Oliver, ragazzino di 13 anni, deciso a riportate la madre in vita. Potrà farlo solo andando nel Ni no Kuni, il mondo parallelo al suo.

Ho giocato Ni no Kuni sia per Nintendo DS (in giapponese) che per PS3 (in italiano), sono identici a parte qualche differenza sulla trama e la grafica. Il gioco è completamente in furigana, la trama è lineare e semplice.

Il problema più grande sono gli slang che caratterizzano qualche personaggio e i vocaboli inventati. Uno dei personaggi principali parla in Kansai-ben, a volte non si capisce bene cosa dice.

Non proprio super-semplice, non almeno come gli altri due giochi rimasti, rimane comunque un’ottima scelta tra i giochi in giapponese.

Ni no Kuni

Dialogo in Ni no Kuni per DS

2. Osu! Tatakae! Ouendan! (Nintendo DS)

Ouendan è un rhythm game, a tempo di musica dobbiamo premere con il pennino i cerchi colorati e numerati che appaiono sul touch screen. A seconda di quanto siamo a tempo, il punteggio varia da 0 (completamente fuori tempo) a 300 per ogni cerchio o per altre meccaniche che vengono proposte nei diversi brani. Forse i più conosceranno il gioco Elite Beat Agents, l’edizione occidentalizzata di Ouendan.

Ouendan in-game

Due schermate di gioco di Ouendan 2

Ho giocato ai due giochi di Ouendan diversi anni fa, ben prima di studiare giapponese. Per questo posso dire che si riesce a giocare senza conoscere una singola parola.

Ciò che caratterizza questo gioco è che nello schermo superiore viene narrata una storia attraverso vignette in stile manga. Man mano che andiamo avanti nel brano possiamo vedere le scene che sono andate a buon fine o meno, il ruolo che ricopriamo nel gioco è quello di fare il tifo con un trio di cheerleader maschi (a volte questo tipo di tifo si vede in qualche anime sportivo). I personaggi delle storie riescono a risolvere i propri problemi grazie al tifo, e un tifo scadente li farà perdere.

Se hai già una piccola base è buono per imparare qualcosa, i testi sono molto ridotti e per questo si prestano meglio rispetto ad un RPG. Il problema è che, chi non è molto allenato a leggere in fretta il giapponese, avrà qualche difficoltà a leggere le storie narrate sullo schermo superiore del Nintendo DS. Non ha furigana.

In Giappone sono usciti due giochi di questa serie: Osu! Tatakae! Ouendan! e Moero! Nekketsu Rhythm Damashii: Osu! Tatakae! Ouendan 2. Entrambi hanno una buona colonna sonora J-Pop e J-Rock, credo che gli appassionati di musica giapponese non ne rimarranno delusi.

1. Pokémon (Nintendo DS e successivi)

Forse sei sorpreso da trovare questo gioco in prima posizione, credo sia il più utile per imparare nuovi vocaboli.

Se hai saltato il resto dell’articolo per scoprire il gioco in prima posizione (ti ho scovato!), fino adesso abbiamo visto giochi con una trama più complessa da seguire, spesso slang e vocaboli possono rendere difficile la comprensione.

Con questo non voglio dire che i testi di Pokémon siano semplici da capire, però in gran parte lo sono, soprattutto se hai divorato questi giochi durante la tua infanzia tanto da conoscere i testi a memoria.

Se anche tu ci hai già giocato fino alla nausea puoi capirlo in giapponese senza consultare costantemente un vocabolario: puoi intuire il significato di tante parole.

Inoltre il gioco è fatto di tanta ripetizione, tanto da sembrare Anki in versione videogioco. A forza di leggere le stesse parole nei menù, nelle descrizioni, durante le battaglie le imparerai in men che non si dica.

I dialoghi rimangono sempre semplici, anche se le versioni del gioco solo in hiragana possono essere un po’ problematiche per chi è abituato a leggere i kanji. Pokémon Bianco/Nero dà la possibilità di mettere i kanji, però senza furigana.

Se poi ci hai già giocato non avrai molti problemi a proseguire nel gioco e ti puoi soffermare ad imparare nuove parole.

Pokémon Bianco/Nero

In Pokemon Bianco/Nero si può scegliere tra kana e kanji

Se ti sembra inutile giocarci perché impari solo vocaboli relativi al mondo di gioco ti sbagli. Il gioco è pieno di descrizioni da leggere e tanti dialoghi, ovviamente è scritto tutto con parole comuni del giapponese.

La cosa bella è che i successivi capitoli usciti per 3DS in Italia, come il remake di Rubino e Zaffiro, dà la possibilità di scegliere la lingua giapponese al posto dell’italiano. Non è più necessario importare i giochi dal Giappone, urrà!

Che gioco consiglieresti?

Questa è la mia top 5 di giochi in giapponese consigliati ai principianti, cosa ne pensi?

Oppure c’è qualche gioco in giapponese semplice che consiglieresti a chiunque? Aspetto di saperlo nei commenti!

Se invece senti che il tuo livello non è abbastanza alto da spenderci dei soldi per i giochi, prova a dare un’occhiata a questo articolo, troverai dei giochi consigliati che costano poco o sono gratis.

19 commenti

  1. anega tanega

    7 marzo 2014

    Beh, volendo essere pignoli c’è un gioco ancora più facile: Super Mario! Scherzo ovviamente, che le due-tre parole che ci stanno scritte spesso e volentieri sono in inglese…

  2. Uh non mi ricordavo della scelta kana/kanji in pokémon Nero. Allora devo provare a giocarlo *ç*

  3. io sto rigiocando per sfizio a pokèmon Y in giapponese, e concordo in parte con quello che c’è scritto: è fatto di ripetizione, certo, ma soltanto per le parti di lotta e il menù. La trama invece è già qualcosa che trovo più complesso, e devo fermarmi ogni due per tre a cercare sul vocabolario i kanji che non conosco,e visto che spesso ci sono delle specie di “cut-scene”, non c’è molto poco tempo per cercare le parole ^^’
    detto questo ho trovato che molti ideogrammi che ho studiato sono piuttosto obsoleti (dachi di tomodachi per esempio non lo vedo mai in ideogramma, mentre il kanji di modoru l’ho imparando giocando)

    • Non sapevo ci fosse i kanji anche negli ultimi giochi, buono! In effetti quello delle cut-scene è più problematico, nei “vecchi” giochi di Pokémon non c’erano. Se ti posso dare un consiglio non controllare tutte le parole, controlla solo quelle che appaiono più spesso o quelle che proprio non ti permettono di capire il dialogo. Io ci sto provando a giocare in coreano e, anche se sono parecchie le parole che non conosco, evito di controllarle tutte perché mi fa passare la voglia di giocare. E devo dire che riesco a capirci più di quel che pensavo!

      Umh.. è vero che “達” non è utilizzatissimo ma non è obsoleto anzi, spesso sui libri si trova.

      • anega tanega

        8 marzo 2014

        Ma che strano… 達 in cinese vuol dire cercare, raggiungere, mi domando come sia passato a essere il suffisso plurale del giapponese!
        Forse è questione di pronuncia, in effetti in cinese si legge ‘da’…

      • non ho detto che è obsoleto, ma che, al momento della scelta dei kanji, le mie professoresse avrebbero potuto sceglierne uno che venisse usato un po’ più frequentemente, dato che spesso e volentieri pure loro nella correzione delle produzioni scritte non lo inseriscono. Grazie per la dritta però, proverò ^^
        Ah, consiglio anche il gioco “Go! Go! Nippon! My first trip to Japan”: è una visual-novel dove fai una piccola immersione nella cultura giapponese e nella lingua, dato che i protagonisti parlano solo in giapponese, ma esiste una traduzione inglese.

        • Ah capisco. Purtroppo non vengono mai insegnati tutti i kanji di uso comune e tanti vengono lasciati fuori. Diciamo che è necessario conoscerne almeno 1000 per non avere tanti problemi di comprensione.

          Avevo già sentito parlare di quella visual novel ma non l’ho mai giocata, vedrò un po’ com’è :)

  4. Rihito0902

    8 marzo 2014

    Wow Devo assolutamente giocare a pokemon in giapponese :D

  5. Ciao! Complimenti per l’articolo, davvero molto interessante. Volevo chiederti un’informazione su Ni No Kuni: la versione italiana del gioco (PS3) offre la possibilità di cambiare lingua per i dialoghi e scegliere il furigana giapponese oppure occorre acquistare una versione di importazione? Grazie!

    • Per giocare in giapponese o devi importarlo o comprarlo dal PSN con un account giapponese. La versione europea offre il doppiaggio giapponese ma nessun testo in lingua.

  6. Ma alle prime armi, per ampliare il vocabolario, conviene iniziare a giocare ad esempio ad un pokèmon solo in kana,e imparare così un po’ di parole prima dalla pronuncia, o è importante imparare prima i kanji?

    • Per imparare nuovi vocaboli vanno bene anche solo i kana, ma penso che conoscere i kanji può essere d’aiuto per memorizzare meglio le parole.
      Secondo me è meglio giocare a qualche gioco che abbia i kanji con i furigana, in questo modo impari sia la pronuncia che i kanji.
      Al contrario giocare ad un gioco solo in kanji, se non li conosci affatto, è troppo difficile, dovresti controllare parola per parola sul dizionario.

      In ogni caso, se vuoi giocare a Pokemon in giapponese, non farti problemi a giocarlo solo in kana. Per imparare un po’ di giapponese va bene anche così :)

  7. Grazie mille!
    Già che ci sono ti faccio i complimenti per il blog, sto iniziando a imparare il giapponese ed è davvero molto utile!
    Ho anche acquistato Ima Nihongo 1 ;)

  8. Ciao, io mi sto dedicando allo studio del giapponese come autodidatta (piccola premessa).
    Volevo chiederti/vi secondo voi che livello bisogna avere per provare a giocare a pokémon in modo che sia costruttivo e non frustrante (nel senso che, io al momento conosco solo una manciata di parole in giapponese, e non vorrei dover cercare ogni 2 secondi il significato per poter comprendere il testo).
    spero di non essermi dilungato troppo, e grazie!!

    • Ciao, l’ideale per giocare in modo più o meno tranquillo a uno di questi giochi è conoscere un po’ di vocaboli (diciamo almeno un 500-1000 parole), altrimenti se devi controllare ogni singola parola diventa un’impresa impossibile! Se ne hai la possibilità ti consiglio di provare una demo per vedere quanto riesci a capire, se vedi che capisci poco io mi butterei su qualche manga da leggere prima di tuffarmi tra i giochi per ampliare il vocabolario. Ma può anche darsi che se hai già giocato questo gioco in italiano tu non abbia poi così tanti problemi a capire come si svolge. L’unica cosa da fare è fare un tentativo per vedere come va.

      • Grazie per la risposta, credo che seguirò il tuo consiglio e comincerò leggendo qualche manga, devo solo trovare qualcosa di facile facile per iniziare!

  9. Suggerisco i giochi del prof. Layton! A mio avviso sono abbastanza semplici (e alcuni hanno il furigana) anche per chi è ancora principante.
    Per i livelli intermedi, invece, la serie Tales of (ho giocato graces, vesperia, xillia, xillia 2, zestiria su ps3 e phantasia ed eternia su psp, e pur non avendo furigana sono doppiati e le uniche cose che magari possono risultare un po’ ostiche da capire sono gli spiegoni sulla trama e sul setting di mondo che ogni tanto fanno i personaggi), dangan ronpa 1 & 2, gyakuten kenji (ace attorney investigations)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi un avatar personalizzato? Registrati su Gravatar