Hanami Blog

5 letture per non perdere mai la motivazione (ed accontentarsi dei risultati)

23 agosto 2012 6 CommentiTips
Non perdere di vista l'obiettivo!

Non è raro trovarsi in momenti di sconforto ed essere insoddisfatti degli scarsi risultati. Per questo ho raccolto 5 letture che possono esserti utili per ritrovare la motivazione perduta.

Non tutte riguardano il giapponese o il coreano ma sono consigli che si possono applicare a qualsiasi lingua:

  • studiare una lingua è come fare una maratona, prima di arrivare ad un buon livello sono necessari molti preparativi. Non avere fretta.
  • passione ed impegno sono il segreto per imparare una lingua, non bisogna essere portati per le lingue. Una lettera dedicata a tutti gli studenti autodidatti.
  • impara quello che ti interessa e rendi più semplice lo studio.
  • non essere perfezionista e accontentati dei risultati raggiunti. Il perfezionismo è spesso un ostacolo nell’apprendimento.
  • non sempre i risultati sono quelli che uno si aspetta. Se ti aspettavi una crescita in salita dovresti ricrederti, Japanese Level Up mostra con una serie di grafici come sono in realtà i progressi.

Non posso che condividere ogni parola scritta all’interno di questi articoli, anche io ultimamente sono un po’ sconfortata con il coreano.

Non esiste una ricetta perfetta passo-passo per lo studio da autodidatta, i progressi e i risultati dipendono da persona a persona, sto ancora cercando qualcosa che possa andare bene al mio livello.

A quanto pare è come prepararsi per una lunga maratona. ;)

Buona lettura! ^_^

6 commenti

  1. Ne Yuffie, che ne pensi di fare un articolo sui cellulari? :D In questi giorni sono incasinato sulla scelta di piani tariffari, o altro per il giappone. Ma se lo fai non concentrarti solo con quelli acquistabili in giappone, sarebbe comodo avere qualcosa anche per utilizzare il proprio cellulare (in teoria iPhone, uno dei pochi che ha il giteki mark ma sto vedendo che le tariffe di rent della sim sono alte o.o)
    Non so davvero cosa scegliere per stare là :(

    • @Reil Vedrò se riesco a farne uno, io non essendo mai stata in Giappone purtroppo ne so ben poco, ma cerco di rimediare in qualche modo

  2. Thank you for linking to samuraimindonline.com. The other links look great, too. Awesome inspirational stuff. After I learn Japanese, Spanish, maybe I will learn Italian.

  3. kan-chan

    25 agosto 2012

    A proposito di imparare nuove lingue, com’è il coreano? A parte il sistema di scrittura, la parte grammaticale com’è? Molte novel o manga che leggo di origine soprattutto cinese sono tradotti prima in coreano. Io volevo provare col cinese ma una mia amica mi ha detto che il coreano è più semplice. per il resto condivido. In particolare penso che sia meglio tradurre qualcosa che ti piace, anche se è un po’ oltre il tuo attuale livello di comprensione della lingua ( beh ovviamente devi avere almeno qualche base ..). Se una cosa ti piace ti sforzi e cerchi di riempire il gap, se non ti piace, può essere anche semplice ma non progredisci molto ( vedi io coi raccontini per le elementari…^^). Almeno per me funziona così :)

    • La grammatica coreana non è semplicissima, è vero che alcune cose sono simili al giapponese (soprattutto la struttura della frase e le particelle) però ci sto sbattendo un po’ la testa con i verbi e quant’altro. Probabilmente sarà che non sono assolutamente abituata, dopotutto ho cominciato ad avere dimestichezza con il giapponese dopo un bel po’ di tempo ^^; In più i coreani tendono ad abbreviare un sacco nel parlato, ho qualche problema perchè ovviamente nessuna guida spiega le abbreviazioni parlate per non insegnare il linguaggio “sbagliato”.

      Magari tra 1 mese di “All Korean all the time” ci riderò sopra ai problemi iniziali. È da parecchio che mi dedico al coreano (penso più o meno da un anno) ma l’ho fatto in modo così discontinuo che qualcosa mi è rimasto e altro l’ho dimenticato quasi da ricominciare da capo. Ecco perchè è più adatto parlare di studio in ore e non in giorni, non corrisponde affatto ad un anno di studio intero.

      Non ho idea di come possa essere il cinese, ma forse non è così complicato come di solito si pensa, se hai gà una base di kanji secondo me diventa forse più fattibile del coreano.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi un avatar personalizzato? Registrati su Gravatar