Hanami Blog

Anime estate 2014 – Impressioni

17 luglio 2014 5 CommentiAnime, Giapponese
Sailor Moon Crystal

Nuovo appuntamento con gli anime della stagione estiva. Una stagione molto ricca e con diversi anime che mi interessavano, ho scelto di guardare SAO2, Barakamon, Sailor Moon, Ao Haru Ride, Akame ga Kill!, Nobunaga Concerto, Zanyou no Terror e Tokyo Ghoul.

Per ognuno ho indicato il livello di difficoltà del giapponese. Non posso valutare in modo preciso quanto un anime è facile o difficile, per questo ti consiglio di guardare lo stesso gli anime che ti interessano e di metterti alla prova.

Vorresti imparare e migliorare il giapponese con gli anime? Leggi questa guida.

Barakamon – ばらかもん

Barakamon

Seishu Handa è un giovane calligrafo professionista. Nel corso di un esibizione il curatore definisce le opere del giovane poco originali, Handa perde le staffe e colpisce l’anziano con un pugno. Per aver rovinato la reputazione alla società di calligrafia, Handa è costretto a trasferirsi su un’isola nel Kyuushuu. Riuscirà ad abituarsi allo stile di vita semplice dei suoi abitanti?

Mi ha fatto una buona impressione. Nella prima puntata si sofferma sul trasferimento del protagonista e conosciamo qualche personaggio della serie, tra cui Naru, una bambina molto allegra e incuriosita dall’arrivo di Handa.

Mi ricorda vagamente l’anime di Usagi Drop, anche se Barakamon è molto più allegro e colorato. Altro punto interessante di questo anime è l’uso del dialetto da parte dei suoi abitanti.

Difficoltà: Intermedio – avanzato (per il dialetto)

Sailor Moon Crystal – 美少女戦士セーラームーン Crystal

Sailor Moon Crystal

In questa nuova serie la trama segue di pari passo quella del manga. La quattordicene Usagi Tsukino riceve dalla gatta parlante Luna il potere di trasformarsi nella guerriera Sailor Moon. Con i suoi poteri dovrà salvare il mondo dal Dark Kingdom.

A parte qualche sporadica visione quando ero piccola, non ho mai visto molto di Sailor Moon, per questo non posso fare molti confronti con la serie precedente. La puntata mi è piaciuta, anche se la storia mi sembra poco adatta a chi ha superato i 20 anni.

Ho letto diverse critiche riguardo ai nuovi disegni, a me sono piaciuti. L’unica cosa che criticherei sono il 3D usato nella trasformazione (c’è troppo distacco rispetto ai disegni) e Usagi che è poco espressiva.

Difficoltà: Principiante

Ao Haru Ride – アオハライド

Ao Haru Ride

Yoshioka Futaba ha diverse ragioni per crearsi una nuova immagine con l’inizio delle scuole superiori. È carina, e per questo ha sempre attirato l’invidia delle sue compagne di classe alle medie. Inoltre, per un malinteso, non è riuscita a dichiarare il suo amore a Tanaka-kun. Riuscirà a rimediare agli errori fatti in passato?

In un modo o nell’altro non so perché finisco sempre per guardare un anime scolastico. In genere gli scolastici non brillano per temi particolarmente innovativi o profondi. Anche Ao Haru Ride non mi pare niente di particolarmente nuovo o un grande capolavoro, però mi ha fatto una buona impressione. Ha un buon ritmo e dei bei disegni, potrebbe rivelarsi una serie sentimentale carina.

Difficoltà: Principiante

Sword Art Online II – ソードアート・オンラインII

Sword Art Online 2

Un anno dopo dalla fine della serie precedente, Kirito dovrà investigare sulle morti misteriose collegate al videogioco Gun Gale Online.

Ho odiato la prima stagione di SAO, ha tutto quello che non mi piace in un anime. Mi sembra la trasposizione di una fanfiction riuscita male, con personaggi davvero ridicoli e stereotipati. Chiedo scusa ai fan ma proprio non riesco a reggerlo!

Nonostante tutto ho provato a guardare la prima puntata della serie, ero curiosa di vedere cosa si sarebbero inventati questa volta. Beh, nulla che potesse risollevare la serie precedente.

Un inizio lento e noioso, così noioso che ne frattempo mi sono messa a fare altro. Si risolleva all’ultimo minuto quando si riesce a vedere qualcosa del nuovo gioco online e del nuovo personaggio femminile. Di certo non mi hanno fatto venire voglia di continuarlo.

Difficoltà: Intermedio

Akame ga Kill! – アカメが斬る!

Akame ga kill!

La storia gira attorno a Tatsumi, un giovane guerriero che si dirige verso la capitale in cerca di fortuna. Nella capitale verrà a conoscenza di una banda di assassini chiamata Night Raid, decisi a combattere l’Impero.

Se dovessi giudicare la puntata per la prima metà direi insufficiente, banale e con gag poco riuscite (quanto è ridicolo Tatsumi che si fa fregare i soldi? Troppo…) Passiamo dalla prima metà di una commedia riuscita male alla seconda parte più cupa e splatter con una buona dose di azione. Non conoscendo la serie non mi aspettavo un cambiamento così radicale nella stessa puntata.

Alla fine direi che è discreto, non un anime eccellente ma riesce ad intrattenere lo spettatore.

Difficoltà: Intermedio

Nobunaga Concerto – 信長協奏曲

Nobunaga Concerto

Saburou è uno studente delle superiori svogliato che non sopporta le lezioni di storia. Un giorno si ritrova catapultato nell’epoca Sengoku, costretto a prendere i panni del grande condottiero Oda Nobunaga, molto simile a lui come aspetto. A Saburou non resta che unificare il Giappone come il vero Nobunaga.

Una trama non particolarmente originale, per l’ennesima volta Nobunaga è protagonista di una serie. Ho perso il conto di quante volte è stata usata la figura di Nobunaga in anime, manga, film e videogiochi… Purtroppo la resa grafica è poco riuscita, i modelli dei personaggi sono in 3d, animati in una maniera strana, ho avuto la tentazione di stoppare la puntata solo per i disegni.

Per fortuna sono andata oltre i disegni, perché è uno degli anime che mi è piaciuto di più. È molto divertente, il protagonista è così imprevedibile che non sai bene come andrà a finire.

L’unica cosa che mi sono chiesta é: come fa Saburou ad andare così bene a cavallo? È vero che l’anime non vuole essere realistico e storicamente accurato, però è una svista mica da poco!

Difficoltà: Intermedio – Avanzato (per il giapponese arcaico)

Zankyou no terror – 残響のテロル

Zankyou no terror

Un improvviso attacco terroristico colpisce Tokyo. È opera di due ragazzi, che non dovrebbero neanche esistere, e sono determinati a colpire tutto il Giappone.

Decisamente intrigante e con scene action davvero d’impatto, soprattutto la sequenza iniziale. La premessa è molto interessante ed è difficile prevedere come continuerà, sono rimasta in tensione per tutto l’episodio. Oltre ai bei disegni anche la colonna sonora ad opera di Yoko Kanno è ottima. Speriamo non deluda le aspettative!

Difficoltà: Intermedio

Tokyo Ghoul – 東京喰種トーキョーグール

Tokyo Ghoul

Nella città di Tokyo avvengono degli strani omicidi, ad opera di creature chiamate Ghoul. Kaneki, un normale studente universitario, verrà coinvolto nella faccenda dei Ghoul.

Inizio ben riuscito con dei buoni disegni ma… penso proprio che smetterò di guardarlo. Non perché è un pessimo anime, per me è troppo splatter e l’idea dei ghoul uguali agli esseri umani è troppo inquietante! Gli amanti dell’horror penso che l’apprezzeranno, purtroppo non fa per me. Nel complesso la puntata mi è piaciuta.

Difficoltà: Intermedio – Avanzato

E tu cosa ne pensi?

Spero di averti dato qualche spunto su cosa guardare in lingua.

Hai già visto qualche nuovo anime? C’è qualcosa che ti ispira in particolare? Sono curiosa di sapere cosa ne pensi dei nuovi anime!

5 commenti

  1. Mi interessa soltanto Zankyou no terror. Ma parlando sempre di anime l’hai visto Akagi? (parla del mahjong)

  2. Io per ora tra questi ho visto solo sailor moon. Mi è piaciuto molto (anche il 3D :V), a parte la voce di Usagi che già non sopportavo in quelol prima… quindi dettagli. In effetti ora che mi ci hai fatto pensare è anche poco espressiva, ma magari si ripiglierà dopo.

    Penso che gli altri che guarderò saranno Barakamon, Tokyo ghoul, Zankyou no terror e Nobunaga. Con molta calma xD

    SAO lo guarderò solo per potermi lamentare con te ahahahahah (se no non posso lamentarmi senza averlo visto non ti pare? >_>)

  3. Plydavid

    19 luglio 2014

    Ahhhh mi ha battuto sul tempo: anche io volevo pubblicare un articolo sugli anime della stagione estiva! ;)

    Barakamon l’ho trovato molto carino, sia per lo spunto dello Shodō, sia per l’ambientazione: l’unica pecca è che la bambina è davvero incomprensibile quando parla!

    Anche io sono rimasto molto affascinato da Zankyou no terror, si sente la mano di Watanabe: voglio proprio vedere dove andrà a parare!

    Per quanto riguarda Ao Haru Ride….ho trovato davvero irritante l’atteggiamento della protagonista, quando viene accusata di aver tentato di rubare i panini: cioè ma c’era davvero bisogno che intervenisse lui, per risolvere l’equivoco?

    E per finire…mi rifiuto di vedere la seconda stagione di SAO :P

    Una stagione con alti e bassi, ma nulla che fa gridare al capolavoro :C

    • Pensandoci bene non è che ci siano stati tanti capolavori nelle scorse stagioni, non mancano anime belli da vedere ma non posso considerarli imperdibili.
      Concordo con la tua breve analisi di questi anime, compreso il tuo rifiuto di guardare la seconda stagione di SAO! Non so perché lo sto guardando ahahahah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi un avatar personalizzato? Registrati su Gravatar