Hanami Blog

Guida ad Anki: come creare carte

8 giugno 2012 1 CommentoUtilità

*Aggiornato il 9 dicembre 2013*

In questa guida vedremo come creare e modificare le carte. Se non hai mai usato Anki prima ti consiglio di dare un’occhiata alla prima parte della guida, in cui spiego come funziona il programma.

Apri il mazzo desiderato oppure creane uno nuovo cliccando sul pulsante “Crea” in basso nella schermata iniziale. infine clicca su “Aggiungi” in alto, si aprirà la schermata per inserire nuove carte.

Ecco come si presenta:

Schermata modifica carte Anki
  1. Seleziona il tipo di carte o creane uno nuovo. Essenzialmente il tipo riguarda i campi che costituiscono una carta, ad esempio il modello “Basilare” ha 2 campi: fronte e retro. Anki è molto personalizzabile, puoi aggiungere altri campi al modello Basilare o al contrario creare un tipo da zero, continua a leggere per scoprire come fare.
  2. Da qui puoi scegliere il mazzo a cui aggiungere la carta.
  3. Imposta i campi delle carte. Come ho appena detto ogni carta è costruita secondo un certo “tipo” ovvero l’insieme di campi che la costituiscono. Puoi decidere se aggiungere ulteriori campi oppure se modificare il font e la grandezza del carattere per ogni campo.
  4. Da qui puoi vedere l’aspetto di una carta vera e propria e decidere esattamente dove vuoi che i campi compaiano sul fronte o sul retro della carta, lo stile e i colori di ogni carta.
  5. Tutte le opzioni di formattazione di cui hai bisogno: grassetto, font, colori, immagini ecc…
  6. I campi che costituiscono una carta. Compilali per dar vita alle tue carte.
  7. Se necessario inserisci le etichette alle carte, è veramente utile quando vuoi sospendere/cancellare solo alcune carte del mazzo oppure ripassare quelle che hanno una determinata etichetta. Per esempio potresti usare come etichette la fonte da cui proviene la frase o la dicitura “principiante” “avanzato” e così via.

Creiamo un nuovo tipo di carte

Proviamo a creare una tipologia di carta da zero. Poniamo il fatto di voler creare una carta per il giapponese con 3 distinti campi: frase, lettura e traduzione. Ovviamente puoi creare tutti i campi che vuoi. Ad esempio potresti ancora aggiungere due ulteriori campi per l’audio e per l’immagine utilizzando lo stesso procedimento.

Dalla schermata per inserire le carte clicca in alto a sinistra per modificare il tipo, clicca su “Gestisci” ed infine “Aggiungi“. Seleziona il modello da cui copiare i campi e dai un nome.

Avrai notato che il nome di ogni tipo è preceduto da “Aggiungi” o da “Clona“: “Aggiungi” significa prendere come modello uno dei tipi fornito da Anki; “Clona” al contrario prendere come esempio un tipo che fa parte della tua collezione.

Creare un nuovo tipo di carte

Diamo un nome alla nuova tipologia di carte

Adesso abbiamo un modello uguale identico a quello che abbiamo preso come esempio, iniziamo a modificarlo. Clicca su “Campi…” ed aggiungi un ulteriore campo, rinomina gli altri campi con il nome appropriato. Puoi anche modificare la grandezza e il tipo di carattere di ciascun campo, modificali a piacimento.

Modificare campi carte

Modifica i campi

È il momento di mettere insieme i campi creati, clicca su “Carte…” e pianifica dove metterli. La frase ovviamente andrà sul fronte, per cui sul fronte mettiamo il campo scritto tra parentesi graffe, in questa maniera: {{Frase}}. Ricorda che per rendere visibili i campi di una carta devi inserire i nomi dei campi in questo modo {{Nome campo}}. Gli altri due campi vanno sul retro della carta. Se conosci un po’ di CSS e html non avrai problemi a modificare l’aspetto della carta come preferisci, di base ha il testo nero e lo sfondo bianco, all’interno della casella “Stile“.

L'aspetto di una carta

Come si presenta una carta e i diversi tipi di campi

Ed ecco fatto il nostro tipo di carta! Ora non ci resta che creare nuove carte riempendo i diversi campi e lasciare ad Anki il resto del lavoro.

Possiamo però fare ancora un’aggiunta: mettiamo il caso di voler fare un modello simile ma con i campi del fronte/retro invertiti, come fare? Non è necessario creare un nuovo tipo di carta, basta cliccare il segno + in alto a destra nella schermata della carta. Da qui si aggiungerà una nuova tipologia per il tipo di carta, basta impostare i campi invertiti ed è fatta. In questo modo, per ogni carta che appartiene a questo tipo, Anki creerà due carte diverse: uno il normale fronte/retro e l’altro invertito.

Carta campi invertiti

Creare un tipo di carta invertito (da traduzione a frase)

Forse ti starai chiedendo se non basta un solo campo per il fronte e uno solo per il retro. Effettivamente sì, due campi bastano e avanzano per inserirci tutto quello che hai bisogno, però tieni conto le carte con più campi son più rapide da modificare.

Vuoi togliere l’immagine da tutte le carte? Se hai il campo apposito per le immagini basta semplicemente togliere il riferimento dalla carta e l’immagine non apparirà più su nessuna carta di quel tipo. Con due soli campi questo non è possibile, dovresti modificare ogni carta per togliere tutto quello che non ti interessa più. Sarebbe un vero disastro e sprecheresti tantissimo tempo!

Allo stesso modo invertire o cambiare la posizione dei campi è molto semplice se hai i campi appropriati, senza dover intervenire su ogni singola carta.

Tutto questo dovrebbe bastarti per modificare le tue carte. Prova a sperimentare un po’, se ti sembra troppo complicato prendi come esempio mazzi pronti e modificali secondo le tue esigenze.

Per qualsiasi dubbio lascia pure un commento ^^

Un commento

  1. Uh questo sì che mi è utile per il cineso *__*

    Anki mi piace un sacco. Solo che mi annoia a morte dover inserire tutto .-.

    Ho provato a scaricare un sacco di mazzi già fatti, solo che o non sono al mio livello capra oppure son fatti male e quindi l’unica è farseli da se.

    Prima o poi mi ci rimetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi un avatar personalizzato? Registrati su Gravatar