Hanami Blog

7 consigli per imparare a scrivere in lingua (in giapponese e in altre lingue)

25 febbraio 2014 8 CommentiGiapponese, Tips
Scrittura giapponese

Ti sarà capitato di non riuscire ad esprimerti in lingua, di non trovare le parole giuste. E forse per questo motivo hai lasciato perdere l’idea di esercitarti con madrelingua.

È il problema di Davide che, nonostante non abbia particolari problemi a capire il giapponese ad un livello intermedio, ha difficoltà a comporre frasi un po’ più complesse nel parlato e nello scritto. Penso sia un problema di tanti, per questo ho pensato di far diventare il suo dubbio un articolo.

Capire e leggere in lingua è molto diverso da scrivere e da parlare. Si tratta tutte di abilità che non migliorano mai di pari passo, capire qualcosa non significa automaticamente saper usare alcune espressioni nello scritto.

E poi i vocaboli: quelli mancano sempre! È frustante dover scrivere qualcosa senza nemmeno conoscere le parole giuste.

È normale avere difficoltà nella scrittura se si è passato molto tempo ad acquisire il funzionamento di una lingua senza esercitarsi.

Tra gli stessi studenti di lingue c’è chi ritiene sia necessario parlare fin dal primo giorno, altri invece ritengono sia meglio prima imparare le basi ed acquisire un buon numero di vocaboli.

Io sono più per la seconda strada: non riuscire nemmeno ad esprimere le cose più semplici può diventare veramente frustrante. Prima di iniziare a parlare con qualcuno è meglio dedicare del tempo sufficiente alla lingua per capire come funziona. È un modo poco naturale di acquisire una lingua? Per me non così tanto: prendiamo come esempio i bambini, prima di iniziare a parlare passano degli anni.

Con questo non voglio dire di iniziare a scrivere dopo 5 anni di studio, credo che dopo un annetto o due sia fattibile esercitarsi con qualche amico di penna. È un periodo di tempo indicativo per chi ha raggiunto un livello poco sopra al principiante/intermedio: è impossibile definire esattamente quando iniziare.

Quando credi di riuscire a capire abbastanza e conosci un numero discreto di vocaboli mettiti alla prova… il prima possibile e non tra 10 anni!

Comunicare con un madrelingua ha tanti vantaggi, anche se non sai tutto alla perfezione provaci. Ecco qualche consiglio per migliorare la scrittura.

Leggi molto

Se non leggi abbastanza sarà difficile scrivere qualcosa. La lettura non è solo utile per aumentare il proprio vocabolario, serve anche a capire meglio il funzionamento delle costruzioni grammaticali e l’utilizzo di determinate espressioni.

È importante esercitarsi ma è altrettanto importante dedicare del tempo a osservare il funzionamento stesso della lingua.

Semplifica le frasi

Scrivere frasi lunghe e particolarmente complicate non significa conoscere bene una lingua. È importante usare la giusta grammatica e vocaboli più appropriati. Hai problemi a spiegare un concetto? Scrivilo in frasi più brevi, è più semplice non solo da scrivere ma anche da capire. Con l’esercizio diventerà naturale collegare le frasi.

Scrivere frasi lunghe in generale non ha grandi vantaggi, soprattutto se hai problemi con particolari costruzioni grammaticali.

Chiedi, chiedi, chiedi

Non avere paura di chiedere qualsiasi chiarimento ai nativi. Non capisci quello che ti ha scritto? Chiedi. Non sai come usare una parola? Chiedi. Temi non si capisca quello che hai scritto perché è innaturale? Chiedi.

Non solo è un modo per trovare uno spunto di conversazione, ma volta per volta imparerai a scrivere in modo naturale e con pochi errori. Chiediti (quasi) sempre il perché, hai tutto da guadagnarci e niente da perdere.

È difficile trovare qualcuno che abbia pazienza, il rischio di far scappare qualcuno è elevato, però vale la pena di tentare. Credo che su Lang-8 e altre community di lingue si possano trovare persone disponibili ad aiutarti.

Impara nuovi vocaboli e usa la giusta grammatica

Creati un dizionario. Ricordo diversi anni fa di aver creato una nota su Evernote con tutte le espressioni giapponesi provienenti da Mixi e da scambi di e-mail con madrelingua. Ogni volta che avevo bisogno di una certa espressione utilizzavo queste come esempi per costruirci le mie frasi. Facendo così tante volte ho evitato gli errori senza scrivere in modo innaturale.

Se non sei sicuro di quello che stai per scrivere cerca riscontro su Google, vedi se stai sbagliando qualcosa sulla grammatica o se stai utilizzando un vocabolo piuttosto raro. Mi è capitato di utilizzare vocaboli che si trovano sul dizionario ma nella realtà di tutti i giorni non si usano!

Usi Anki? Mentre ripassi le carte prova ad inventarti nuove frasi, per ripassare grammatica e vocaboli. Poniamo il caso di leggere la frase 猫が好き (neko ga suki) nel nostro mazzo, usiamo questa frase come base per inventare un paio di frasi durante il ripasso. Non so, potremmo far diventare la frase 犬が好き (inu ga suki), 猫が嫌い (neko ga kirai), 猫がかわいい (neko ga kawaii)… Usa la frase come spunto per inventarne di nuove, per ripasso e per migliorare il tuo modo di esprimerti.

Non tradurre dall’italiano

Non cercare di adattare le frasi dall’italiano o verrà quasi certamente un bel pasticcio. Se non riesci ad esprimere in un certo modo prova a girare la frase in un’altra maniera e prova a cercare qualche esempio sui motori di ricerca.

Puoi anche aiutarti con un traduttore ma attenzione che spesso fa più danni che altro… Da usare se proprio non sai come esprimere qualcosa o se non sei sicuro dell’ordine degli elementi della frase.

Osserva cosa scrivono gli altri

Fai molta attenzione a cosa ti scrivono, al tono che usano, se sono formali o informali: fai attenzione ad ogni piccolo particolare.

Imitali e copia da loro quello che scrivono, anche se con il giapponese bisogna tenere conto della differenza tra linguaggio maschile e femminile.

Esercitati a spiegare qualcosa a parole tue

Shadowing

Hai mai provato a spiegare qualcosa a parole tue, in giapponese o in altre lingue? Non è semplice trovare le parole giuste per descrivere qualcosa.

Ecco un esercizio che può esserti utile per lo scopo, non solo per rafforzare la parte grammaticale ma anche per aumentare il numero di vocaboli conosciuti.

Sarà come fare una specie di riassunto, ma in un’altra lingua! Dato che questo sito tratta principalmente di giapponese prenderemo come esempio una vecchia notizia tratta in questa lingua.

1. Trova qualcosa da leggere

Una notizia, un articolo, un libro, qualsiasi materiale può andar bene. Prova inizialmente con qualcosa di non troppo complesso. Per esempio consideriamo una notizia di News Web Easy.

2. Analizza il testo

Leggi e trova le informazioni essenziali, controlla i vocaboli che non conosci. Nella mia notizia di esempio posso considerare come informazioni essenziali il titolo delle notizia che spiega il contenuto.

Analizza bene le parole utilizzate se ce ne sono di specifiche utilizzate per l’argomento.

Infine soffermati anche su altri particolari di cui vorresti parlare.

3. Trova le parole giuste

È arrivato il momento di raccontare a parole tue quello che hai letto. Osserva bene le informazioni che hai raccolto e usa le parole che conosci bene per spiegarlo a modo tuo.

Non tutte le parole si riescono a sostituire in qualche maniera, ma se possibile prova a usare dei sinonimi (un qualsiasi dizionario ti può aiutare).

Per esempio io ho scelto una notizia che parla di terremoti, potrei riassumerla in questo modo a parole mie:

東日本大震災から余震が8000回以上ありました。
特に8月は、宮城県と福島県の辺りでかなり強い余震が感じられた。

Dal terremoto del Tohoku ci sono state più di 8000 scosse di assestamento. In particolare nei dintorni delle prefetture di Miyagi e Fukushima sono state percepite delle scosse piuttosto forti.

Vocaboli:

  • 東日本大震災・ひがしにほんだいしんさい – Il grande terremoto di Tohoku del 2011
  • 余震・よしん – Scossa di assestamento
  • 回・かい – Contatore delle volte
  • 以上・いじょう – Oltre, più di
  • ありました – Il verbo ある, avere/esserci, nella forma masu al passato
  • 特に・とくに – In particolare
  • 8月・はちがつ – Agosto
  • 宮城県・みやぎけん – Prefettura di Miyagi
  • 福島県・ふくしまけん – Prefettura di Fukushima
  • 辺り・あたり – Dintorni
  • かなり – Abbastanza
  • 強い・つよい – Forte
  • 感じられた – Il verbo 感じる, sentire/provare, nella forma passiva piana al passato

Oppure mettere la seconda frase in questa maniera ponendo l’attenzione sulla scossa di Miyagi:

宮城県ではM5.6の余震が起こって福島県でも余震が続いている。Nella prefettura di Miyagi c’è stata una scossa di assestamento di magnitudo 5.6, anche a Fukushima continuano ad esserci scosse di assestamento.

Vocaboli

  • 起こって・おこって – Il verbo 起こる, accadere, nella forma in -te
  • 続いている・つづいている – Il verbo 続く, continuare, nella forma -te iru

Il mio esempio è molto, molto breve, avrei potuto aggiungere sicuramente qualcos’altro ma è per farti capire come funziona.

Se hai dei dubbi su alcune parole/espressioni utilizzate aiutati con un motore di ricerca e osserva bene i risultati.

L’importante non è il fatto di abbreviare il più possibile quello che hai letto, ma di comprendere quello che c’è scritto e di spiegarlo a parole tue.

Non dimenticare di sottoporre il tuo lavoro agli utenti di Lang-8 oppure a un amico madrelingua per correggere gli errori.

I vantaggi di questo esercizio:

  • Aumentare i vocaboli e trovare sinonimi
  • Esercitarti a dire una stessa cosa in più modi diversi
  • Pensare in un’altra lingua

Il passo successivo è di passare a spiegare qualcosa che hai solo ascoltato, sicuramente più difficile.

Non è facile, ma vedrai che pian piano riuscirai a spiegare meglio in giapponese.

Vorresti aggiungere qualche altro consiglio o chiedere chiarimenti? Parliamone tra i commenti!

Se ti è piaciuto l’articolo potresti condividerlo sui social? Potrebbe essere utile anche ai tuoi amici!

Immagine: David Ooms

8 commenti

  1. Wow addirittura una citazione, mi sento più che lusingato! Ti ringrazio tantissimo per la tua disponibilità, continua così! C:

  2. Rihito0902

    25 febbraio 2014

    Ultimamente ho iniziato a scrivere in giapponese e devo ammettere che sono abbastanza sorpreso dei progressi che ho fatto, anche se ancora conosco davvero poche parole XD Il vero problema è che dopo un po’ finisco gli argomenti di cui parlare e da qui c’è il blocco lol

    • Purtroppo va sempre così. Ho scambiato tantissime e-mail con una giapponese, ma con altri dopo poco tempo non ci siamo più detti nulla XD Il bello è che comunico in giapponese anche con dei coreani, meglio che scrivere in inglese! Credo che inizierò a dedicarmi un po’ di più anche a scrivere in coreano…

  3. Midorineko

    1 marzo 2014

    Mi sono iscritta da poco su Lang-8 e devo dire che comunicare in Giapponese è difficilissimo per una novellina come me xD però già standoci 2 giorni ho imparato delle cose grammaticali a me sconosciute !! (e ho anche trovato una Giapponese che mi scrive in modo semplice semplice per aiutarmi QAQ)
    Comunque! Vorrei chiederti (scusa se ti stresso XD) una cosina che non ho capito… Come si esprime il “motivo” di qualcosa in giapponese? Un esempio scemo: se io voglio dire “studio giapponese perché mi piace il giappone” (frase stupida pensata a caso XD)
    Come posso dire quel “perché”? Ho letto che si può dire “dakara” , “kara”, “node” insomma sono confusa ! E poi, si mette prima la causa o l'”effetto”?
    Ad esempio: 日本が大好きだから日本語を勉強します è giusto? *ci ha tentato*

    Grazie in anticipo se mi aiuterai perché mi toglierai un peso X//D

    • Ciao, non è un argomento così semplice, infatti ho scelto di trattarlo nel secondo libro di Ima Nihongo!

      Quello che hai scritto è giusto, solo che (だ)から è un modo più soggettivo di esprimere la propria opinione, a volte può essere poco educato. Comunque non si differenzia tanto dallo scrivere 日本が大好きなので日本語を勉強しています。Sono sottigliezze, nel tuo caso va bene in tutti e due i modi. Per quanto riguarda l’ordine direi che è più naturale mettere prima la causa e poi l’effetto. Quando trovi frasi con queste costruzioni fai attenzione a come vengono usate e ben presto riuscirai ad utilizzarle in modo esatto.

      Anzi, ti consiglio anche di tenere nota di queste frasi da qualche parte come ho scritto nell’articolo, potrebbero tornarti utili :D

      • Midorineko

        2 marzo 2014

        Grazie milleee, sempre gentilissima ! *A*
        Prendo nota prendo nota! Ultimamente infatti sto rivalutando Evernote XD
        Però uhm … che differenza c’è tra から、だから、ので e なので?

        • から e だから sono la stessa identica cosa, solo che だから va usato con aggettivi in -na e sostantivi non coniugati (aggettivo -i おいしいから, aggettivo na 好きだから, sostantivo 日本だから). Stessa cosa per ので e なので, il secondo si usa con gli aggettivi in -na e sostantivi (aggettivo -i おいしいので, aggettivo -na 好きなので, sostantivo 日本なので). È solo un modo per collegarli, in modo simile a come accade con gli aggettivi -na, tipo 好きな色 e 好きじゃない色, nel primo caso è richiesto な.

          Per il resto tra (だ)から e (な)ので non ci sono grandissime differenze, sono abbastanza intercambiabili, solo che il primo è più soggettivo e può suonare più maleducato in qualche caso, il secondo è più oggettivo e più formale.

          • Midorineko

            2 marzo 2014

            GRAZIE. MILLE. *profondo inchino*
            Ho capito *_*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi un avatar personalizzato? Registrati su Gravatar