Hanami Blog

Come migliorare la pronuncia di qualsiasi lingua con lo shadowing

18 febbraio 2012 13 CommentiTips, Utilità

Hai mai sentito parlare dello shadowing? È un metodo utilizzato per migliorare la pronuncia di una lingua e ricordarsi meglio le parole utilizzate. Se ancora non hai passato del tempo ad allenare la pronuncia ti consiglio di partire con lo shadowing.

Lo shadowing in breve

Lo shadowing consiste nel copiare fedelmente, come un’ombra, il parlato di qualcuno, cercando di correggere il più possibile eventuali errori di pronuncia e di accento.

Questo metodo è stato sviluppato dal professore Alexander Arguelles. Su Youtube si trovano degli esempi di shadowing da lui proposti, in questo caso fatto camminando.

Non è necessario camminare per fare questo esercizio, ammetto di non aver mai provato a farlo in questo modo!

I 3 passi dello shadowing

  1. Ascolta l’audio senza leggere il testo, cercando di capire quello che viene detto, se necessario ascoltarlo più volte. Basta capire solo il senso generale del discorso.
  2. Ripeti a voce alta le parole di chi parla aiutandoti con il testo, mantenendo un leggero ritardo (circa 0,5 secondi) rispetto all’audio. Devi ripetere mentre ascolti la voce, cercando di ricalcare esattamente la parlata, i suoni, le pause e l’intonazione. Prova a fare questo esercizio un paio di volte o più per prendere confidenza con i suoni della lingua. Se è troppo veloce puoi diminuire la velocità di riproduzione o scegliere del materiale più semplice. Eventualmente controlla le parole che non conosci sul dizionario.
  3. Ripeti nuovamente come prima ma senza leggere il testo.

In linea generale questi sono i passi di un esercizio di shadowing, puoi comunque variarlo e aggiungere nuovi passi a seconda del tuo livello. L’importante è cercare di riprodurre i suoni che ascolti il più possibile simili a quelli che ascolti.

C’è da dire che ogni persona ha il proprio modo di fare shadowing, per esempio io mi trovo meglio parlandoci sopra senza i 0,5 secondi di ritardo, mi capita spesso di buttare un occhio al testo perché dimentico le frasi più lunghe. Puoi fare l’esercizio guardando ogni tanto il testo, ma comunque cercando di leggere il meno possibile.

Un altro esempio di come si svolge lo shadowing (il video è solo in giapponese ma si capisce come si svolge).

Dove trovo il materiale per fare shadowing?

Qualunque cosa con registrazione audio e script va benissimo: un film, un video, un audiobook, un libro di grammatica con cd, una favola per bambini con audio e così via, basta che sia parlato da madrelingua. Con l’avvento di internet moltissime di queste risorse si possono trovare gratuitamente, inoltre esistono libri apposta per lo scopo.

Per il giapponese ho usato にほんご発音アクティビティ, per il coreano puoi provare con TTMIK e libro dell’Hoepli. Chi studia una lingua più comune come l’inglese sicuramente ha l’imbarazzo della scelta oltre alla facile reperibilità di materiale in lingua.

Fare shadowing con materiale didattico è più semplice agli inizi rispetto a film, anime e serie tv: ogni sillaba viene pronunciata chiaramente e lentamente. All’inizio punta su questo tipo di materiale, più noioso ma più utile per imparare le basi della pronuncia.

Vantaggi dello shadowing

Se fatto ogni giorno porta parecchi benefici, bastano anche solo 10 minuti/mezz’ora al giorno. Oltre a migliorare la pronuncia, aiuta a ricordare meglio i pattern che costituiscono le frasi, diventa più semplice formulare frasi corrette. In più incoraggia a parlare in una lingua straniera, direi che questo è un ottimo punto a favore!

Se usi Anki è un’ottima idea prepararsi un mazzo di shadowing per esercitarsi tutti i giorni, richiede solo un po’ di lavoro. Qualunque programma per tagliare gli mp3 come Audacity va bene per lo scopo. Io uso AudioEditor per Mac OSX.

Le mie carte Anki del mio mazzo per shadowing sono fatte così:

  • Fronte – audio del dialogo da sentire una volta senza il testo
  • Retro – audio + testo da ripetere

La pronuncia è importante… ma lo è anche saper leggere in un’altra lingua!

Se la tua esigenza primaria è imparare prima il parlato fai bene a dargli priorità, ma non dimenticare di imparare bene anche un diverso alfabeto.

Nel caso del giapponese il mio consiglio è di partire da hiragana e katakana. So che può sembrare difficile imparare una scrittura così diversa, in realtà è più semplice di quel che pensi! Non troverai da nessuna parte (libri, notizie ecc.) il giapponese scritto in lettere.

Approfondire i suoni della pronuncia

Oltre allo shadowing consiglio di dare una letta alla pagina di Wikipedia relativa all’IPA (International Phonetic Alphabet – Alfabeto fonetico internazionale).Ti sarà utile per capire come funziona la pronuncia delle singole lettere e sillabe e le differenze tra i suoni simili. Su Wikipedia trovi diverse pagine dedicate all’IPA e alla fonetica di ciascuna lingua. Per esempio questa è dedicata al coreano, sostituisci la parola “korean” nel link con qualsiasi altra lingua, per esempio japanese_phonology.

Non c’è bisogno di imparare a memoria ogni simbolo utilizzato dall’IPA, basta imparare e capire quelli della lingua che ti interessa, così da migliorare la tua pronuncia. Un’ottima introduzione all’IPA e su come funziona la trovi su Fluent Forever, anche se si focalizza sulla pronuncia inglese.

Se hai qualche dubbio sulla pronuncia di determinate parole Forvo è un ottimo sito per richiedere e sentire la pronuncia delle singole parole da parte di nativi.

Conoscendo bene la pronuncia di ogni lettera sarà più semplice svolgere l’esercizio di shadowing e migliorare la tua pronuncia.

Hai mai provato lo shadowing oppure hai dubbi sul metodo? Condividi la tua esperienza tra i commenti.

Foto: Paul Hudson

13 commenti

  1. Molto interessante quest’articolo, non avevo mai sentito parlare di shadowing ma mi sembra molto utile per la pronuncia *0* lo userò di sicuro per il tedesco!

  2. Giulia Alfieri

    14 giugno 2012

    Ciao! Prova questo sito di pronuncia, ci sono anche molte parole giapponesi, io lo trovo molto utile ;)

    http://www.rightpronunciation.com/

  3. Sasino97

    25 giugno 2012

    Credo che questo sia il metodo migliore di tutti per pronunciare bene!!! Non l’avevo mai sentito prima.

    Da oggi inizierò a usarlo per imparare bene la pronuncia e l’intonazione (soprattutto l’intonazione) Giapponese, perché a pronunciare parola per parola sono abbastanza bravo, ma poi quando leggo una frase lunga mi viene male l’intonazione.

    • Secondo me lo shadowing è veramente ottimo per la pronuncia e intonazione delle parole (e riuscire a capire come funziona il pitch accent).

  4. Ciao molto carino il post.
    Grazie per i link.
    La mia prof. di giapponese chiamava questo esercizio “scioglersi la lingua”, ci diceva che lo facevano anche gli interpreti. Ripetere le parole (anche senza sapere il significato) per imparare la tonalità corretta.
    Io userei la variante senza testo per sforzarmi a capire i suoni.

    Ciao

    Ranze

  5. Faccio il shadowing da tempo. Direi che sia molto efficace in particolare per migliorare la intonazione (dell’italiano nel mio caso.) Mi piace farlo camminando senza fretta. Se camminerò velocemente come nell secondo video qui, sarò senza fiato!

    • Non ho mai provato a fare shadowing camminando, sarebbe da provare… se non fosse che mi prenderebbero per pazza ahahaha XD

  6. Fortunatamente non c’è quasi nessuno quando faccio una passeggiata nelle vicinanze facendo il shadowing.

  7. Francesca

    16 ottobre 2014

    E’ normale che all’inizio sia davvero difficile seguire il testo e ripetere? Oggi ho provato per la prima volta con questo dialogo ma alcuni punti sono irripetibili per me, nonostante il testo sia semplice: http://www.japanesego.com/content/001-yuki-friend.html

    x___x a dimostrazione che col parlato sono decisamente a terra!

    • È normale se uno non è abituato. Se ti sembra troppo veloce il video, prova a leggere semplicemente il discorso a voce alta. Anche senza avere la voce che ti segue, vedi se riesci a tenere più o meno la stessa velocità. In genere leggere a voce alta qualcosa ti può aiutare con la pronuncia.

      Se vuoi iniziare con lo shadowing ti consiglierei di partire con qualche libro apposta sull’argomento. O se hai un libro di giapponese con cd audio allegato prova a fare esercizio con quello. I cd di giapponese son più facili da imitare rispetto al parlato normale.

      • Francesca

        16 ottobre 2014

        Sì, proverò magari con il sito JPLANG per cominciare, che fondamentalmente insegna la grammatica attraverso file audio+script. Comunque dopo aver letto e riletto sono arrivata alla velocità della parlante, ma in un paio di punto la mia lingua proprio inciampa nelle parole XD però effettivamente era la prima volta che provavo

  8. Ma “shadowing” è più difficile che parlare normalmente. Credo che sia meglio che usiate lo stesso dialogo numerose volte fino a quando vi abituerete a farlo.

    • Francesca

      16 ottobre 2014

      Sì, oggi comunque ho ripetuto diverse volte il testo ma in un paio di punti ho difficoltà, ad esempio quando pronuncia 仲のいい友人のことを話します e 電話もかけてきました. Nell’ultima non riesco nemmeno a sentire la parola ‘電話’. Forse effettivamente dovrei partire con qualcosa pensato per chi studia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi un avatar personalizzato? Registrati su Gravatar