Hanami Blog

Anime stagione autunnale 2013 – Impressioni

10 Ottobre 2013 4 CommentiAnime, Giapponese

Eccoci all’appuntamento stagionale con gli anime! Questa volta ne ho trovati diversi che mi hanno colpito. Non sono riuscita a vedere tutti quelli che mi interessavano in realtà, ho cercato di scegliere quelli che davvero mi interessavano e di guardare diversi generi.

Come sempre i livelli di difficoltà sono indicativi, se c’è qualche anime che ti interessa, anche di livello più alto rispetto al tuo, prova a guardarlo lo stesso, può darsi che in realtà capisci quasi tutto.

Vorresti imparare e migliorare il giapponese con gli anime? Leggi questa guida.

Golden Time – ゴールデンタイム

Golden Time

Banri Tada è una matricola di giurisprudenza a Tokyo. Prima del suo arrivo a Tokyo, poco dopo il diploma, ha avuto un brutto incidente che gli ha causato a perdita di memoria. Da allora l’anima del ragazzo si è staccata dal corpo e vaga con tutti i ricordi precedenti al diploma.

Ho deciso di iniziare da questo anime solo perché l’autrice dell’omonima novel è la stessa di Toradora, anime che ho adorato. Devo dire che mi ispira ed è stato anche divertente da guardare, anche se non è ancora così chiara la trama: la prima puntata è riuscita appena ad introdurre i diversi personaggi e ben poco si è capito della storia di Banri.

Difficoltà: principiante

Kill La Kill – キルラキル

Kill la Kill

La storia ruota intorno a Ryuko Matoi, una ragazza armata di una spada a mezza forbice. Per scoprire di più sull’assassinio del padre entra nella scuola Honnōji, dominata da Satsuki Kiryūin, presidentessa del concilio studentesco e principale rivale di Ryuko.

L’unica parola per descriverlo che mi viene in mente è… esagerato! Tra il team che lavora alla serie c’è chi si è occupato di Gurren Lagann e dovevo aspettarmelo, però forse qui hanno esagerato un po’ di più! Nel complesso è divertente, ha uno stile tutto suo, davvero diverso dai soliti anime.

Se adori la roba esageratamente action penso possa fare al caso tuo.

Difficoltà: principiante-intermedio

Coppelion – コッペリオン

Coppelion

Nell’anno 2036 Tokyo è completamente isolata a causa di un incidente nucleare avvenuto anni prima. Con lo scopo di cercare i sopravvissuti viene fondata l’unità speciale Coppelion, formata da tre giovani ragazze che, grazie all’ingegneria genetica, sono immuni alle radiazioni.

Adoro moltissimo i colori scelti per questo anime. Non so bene se lo continuerò o meno: la premessa, pur sapendo di “già visto”, è interessante, anche se devo dire ci sono diversi momenti in cui mi stavo annoiando.

Nota negativa al personaggio di Aoi davvero fastidioso, sempre a lamentarsi e ad aver paura di tutto, mi sembra una reazione poco adatta da parte di chi è stato scelto per un compito così importante. Non aggiunge niente alla trama e non è nemmeno divertente. Oh dimenticavo, anche il fatto che siano vestite come scolarette è fonte di assurdità per una situazione del genere!

Difficoltà: intermedio

Log Horizon – ログ・ホライズン

Log Horizon

Aarriva la trasposizione della light novel di Log Horizon, dello stesso autore di Maoyuu. 30.000 giocatori rimangono intrappolati all’interno di un MMORPG. Il protagonista Shiroe, con l’aiuto degli amici Naotsugu e Akatsuki, cercherà di sopravvivere all’interno del gioco.

Ho guardato la prima puntata solo per poterlo confrontare con un altro anime che ha lo stesso tema MMORPG: Sword Art Online. Log Horizon non sarà il capolavoro della stagione, ma non credo possa essere peggio di SAO. Quello che trovo di positivo al momento è che mi sembra l’autore sappia qualcosa di MMO, oltre al fatto che l’anime non si prende troppo sul serio, è più improntato alla commedia.

Difficoltà: principiante-intermedio

Nagi no Asukara – 凪のあすから

Nagi no Asukara

Molto tempo fa l’umanità viveva nelle profondità marine, finché una parte non decise di trasferirsi sulla terraferma e i due popoli si dimenticarono l’uno dell’altro. La storia ruota attorno all’amicizia di Tsugumu Kihara, ragazzo terrestre, e quattro ragazzi del mare costretti a frequentare una scuola sulla superficie dopo la chiusura della loro vecchia scuola.

È stata una piacevole sorpresa! Molto interessante l’idea di umani che vivono sott’acqua, i disegni e i fondali sono davvero stupendi. Credo di continuarlo quasi sicuramente. Un po’ fastidiosi i due personaggi principali Hikaru, perennemente scocciato con tutti, e la frignona Manaka (ho perso il conto di tutte le volte che si mette a piangere nella puntata!). È prevedibile che ci sarà un’evoluzione dei due durante la serie.

Difficoltà: principiante

Gingitsune – ぎんぎつね

Gingitsune

A Makoto, dopo la morte della madre, è stato concesso di vedere Gintaro, messaggero degli dei incaricato a proteggere il tempio della famiglia di Makoto. I due cercheranno di risolvere i problemi della comunità con l’aiuto dei poteri dello spirito volpe.

Non sapevo bene che aspettarmi, devo dire che mi è piaciuto per la sua semplicità e soprattutto per la volpe. Non si discosta molto da altri slice of life, a parte l’elemento folkloristico della divinità kitsune. Ma dato che a me le kitsune piacciono penso di continuare la visione. Sono rimasta anche colpita dal fatto che l’anime è molto semplice da capire.

Difficoltà: principiante

Aoki Hagane no Arpeggio: Ars Nova – 蒼き鋼のアルペジオ ‐アルス・ノヴァ

Aoki Hagane no Arpeggio

L’umanità ha perso il dominio dei mari dopo la comparsa della misteriosa “flotta della nebbia”, composta da navi da guerra con armamenti super-tecnologici. 17 anni dopo la disfatta, Gunzou Chihaya riesce a prendere il controllo di un sottomarino della flotta nemica, rinominandolo I-401. Gunzou, con l’aiuto di Iona (l’androide che comanda la nave) e i suoi amici, è deciso a distruggere il resto della flotta della nebbia.

Questo anime non mi ha convinto così tanto, a partire dai disegni. I modelli dei personaggi non sono disegnati ma fatti in computer grafica. Il risultato non è proprio pessimo, però quando si muovono sembrano dei robot, sono animati in modo strano. Per il resto potrebbe avere anche un potenziale questa serie, ma l’idea delle “navi personificate” in belle ragazze mi fa davvero storcere il naso. Oltre al fatto che mi sono annoiata non poco a guardare la puntata.

Difficoltà: intermedio-avanzato

Bonus: Pokémon The Origin – ポケットモンスター THE ORIGIN

Pokémon the Origin

Dai ricordi che ho delle avventure di Ash e il suo Pikachu (ormai arrivato almeno a livello 200), pensavo fosse orrendo quanto la serie originale, per fortuna la mia impressione era sbagliata. Composto da 4 diverse puntate della lunghezza totale di 1 ora e mezza, ripercorre tutto il gioco originale di Rosso/Blu, con i dovuti tagli. Se veniva trasposto tutto il gioco per filo e per segno c’era bisogno di una serie intera!

Nonostante i tagli e avvenimenti che accadono troppo in fretta, rimane un ottimo prodotto. Sembra anche creato per i più adulti (ed effettivamente sono proprio i nostalgici del gioco il target dello special), non mancano scene più violente rispetto alle serie anime di Pokémon che ben conosciamo.

Altra nota positiva è la colonna sonora composta dalle musiche del gioco: ormai son passati un bel po’ di anni da quando iniziai Rosso, ma non ho mai dimenticato la colonna sonora!

Consigliato a tutti quelli che sono cresciuti con Pokemon sul vecchio Game Boy.

Consigliato anche a chi ha difficoltà a trovare anime facili da guardare, il linguaggio utilizzato è piuttosto semplice da capire.

Hai già deciso che anime guardare di questa stagione? Ti aspetto tra i commenti!

4 commenti

  1. anega tanega

    12 Ottobre 2013

    Essendo un’estimatore dei Pokémon, e trovando anch’io la serie ‘normale’ abbastanza oscena, guarderò di sicuro questa mini-serie, prima o poi.
    Non mi convincono molto i disegni (troppo 萌え!), ma pazienza!
    Sarebbe bello se facessero anche i vari seguiti di questa serie, con i protagonisti delle altre generazioni; penso però che sia solo un’evento promozionale per XY.
    Ma il protagonista parla, nella serie? Perché nei giochi pare un muto XD

    • Yuffie

      27 Ottobre 2013

      @anega Parla parla, comunque il design si avvicina di più al gioco originale che non a quello della serie tv, comunque guardalo credo ti piacerà.

  2. Susanna

    13 Ottobre 2013

    Ciao Yuffie !!
    Mi hanno particolarmente incuriosito “Kill la kill”, “Nagi no asukara” e “Gingitsune”, ma non significa che non darò una sbirciata anche agli altri =)
    Grazie mille per il post !!!

  3. nini

    13 Ottobre 2013

    Pokémon the origin è fantastico ç_ç
    Devo ancora finire di vederlo, so già che piangerò a fontana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se è la prima volta che scrivi su questo blog, il tuo commento andrà in moderazione e verrà pubblicato dopo averlo approvato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

%SERVICE_NAME% è disattivato, per attivarlo cambia le impostazioni dei cookie.