Hanami Blog

Anime stagione estiva 2013 – Impressioni

16 Luglio 2013 3 CommentiAnime, Giapponese

Rieccoci qua con l’appuntamento degli anime della nuova stagione. Vista l’impossibilità di guardarli tutti, ho guardato quelli che mi ispiravano di più, variando il più possibile i generi.

Come sempre i livelli di difficoltà sono indicativi, se c’è qualche anime che ti interessa anche di livello più alto rispetto al tuo prova a guardarlo lo stesso, può darsi che in realtà capisci quasi tutto.

Vorresti imparare e migliorare il giapponese con gli anime? Leggi questa guida.

Uchouten Kazoku – 有頂天家族

Uchouten Kazoku

La vicenda ruota attorno alla famiglia Shimogamo, una famiglia di Tanuki che vive a Kyoto con le sembianze di esseri umani.

Mi ricorda (molto) vagamente PomPoko per i Tanuki. Un’ottima prima puntata, credo che continuerò a seguirlo: un anime diverso dal solito con creature del folklore nipponico (ci sono anche i Tengu), e con un design molto particolare.

Difficoltà: intermedio

Watashi ga Motenai no wa Dou Kangaete mo Omaera ga Warui! – 私がモテないのはどう考えてもお前らが悪い!

Watamote

Tomoko Kuroki è una ragazza molto popolare tra ragazzi… virtuali! Nella vita reale è una ragazza di 15 anni molto timida e con nessuna esperienza in fatto di ragazzi. Una volta entrata alle superiori pensava sarebbe stato semplice diventare popolare, ma non va esattamente tutto secondo le sue aspettative…

La puntata mi è piaciuta parecchio, pur avendo qualche momento di noia. Tratta una protagonista fuori dal comune con diverse citazioni di anime, manga e videogiochi. Potrebbe ricordare Lucky Star, in realtà le citazioni sono solo una minima parte dell’anime, si sviluppa di più sulla protagonista e la sua incapacità di avere che fare con le altre persone.

Difficoltà: principiante

Free!

Free!

Slice of life sul nuoto. Haruka Nanase da sempre adora immergersi in acqua e nuotare, vincendo alle elementari un torneo di nuoto assieme ai suoi amici Makoto Tachibana, Nagisa Hazuki e Rin Matsuoka. Le strade dei ragazzi si dividono, e dopo tanti anni si ritrovano alle superiori. Con Makoto e Nagisa decide di fondare un club di nuoto per sconfiggere Rin, determinato a mostrare ad Haruka la sua superiorità.

L’anime che tutti i ragazzi hanno iniziato ad odiare sin dal primo trailer (per una volta che c’è qualcosa indirizzato ad un pubblico di ragazze, rispetto al fanservice di tutti gli anime!) Comunque dai, dalle premesse pensavo ad un anime peggiore, non è eccezionale ma si lascia guardare piacevolmente. Da guardare senza troppe pretese, ovviamente!

Difficoltà: tra principiante e intermedio

Fate/kaleid liner プリズマ☆イリヤ

Prism Ilya

Ambientato nello stesso mondo di Fate/Stay Night, questa serie è uno spin-off che riprende i diversi personaggi. Ci ritroviamo la piccola Ilya nei panni di una “mahou shoujo”, una ragazza con i poteri magici.

Ammetto di averlo visto solo per vedere che cosa volevano fare con questo spin-off. Condivide solo i personaggi della serie, per il resto è un anime che ho trovato noioso. Non mi capita mai di interrompere anime a metà, ero sul punto di farlo. Può darsi che le puntate successive siano migliori, però non è neanche così divertente da guardare. Insomma non mi ha detto niente questa prima puntata.

Difficoltà: principiante

Danganronpa Kibou no Gakuen to Zetsubou no Koukousei – ダンガンロンパ 希望の学園と絶望の高校生 The Animation

Danganronpa

15 ragazzi sono stati ammessi ad una scuola davvero esclusiva. Una scuola così speciale che l’unica maniera per essere promosso (e uscire dalla scuola) è quella di uccidere un compagno di classe senza farsi scoprire!

Non sapevo affatto che questo anime fosse tratto da una visual novel. Sembra abbastanza carino, la trama e i personaggi mi ispirano molto, ma non credo che in 13 puntate si possa fare una trasposizione del gioco abbastanza fedele. Forse è meglio giocare al videogioco.

Difficoltà: intermedio

Blood Lad – ブラッドラッド

Blood Lad

Staz è il boss di una zona del mondo dei demoni, vampiro appassionato della cultura giapponese. Un giorno incontra per caso una ragazza giapponese arrivata nel mondo dei demoni, Fuyumi, che da subito attira la sua attenzione. A causa di un mostro, mentre il vampiro è impegnato in una battaglia, Fuyumi viene uccisa e diventa un fantasma. Staz cercherà a tutti i costi di riportarla in vita.

È un anime simpatico, mi ha divertito l’idea di un vampiro otaku, qualche scenetta mi ha strappato un sorriso, ma non mi ha colpito così tanto. Sarà perché è l’ennesimo anime che punta anche al fanservice?

Difficoltà: principiante

Genei wo Kakeru Taiyou – 幻影ヲ駆ケル太陽

Genei wo Kakeru Taiyou

Il mondo dai tempi più antichi è governato da due tipi di tarocchi: quelli del diavolo, che causano sofferenze, e quelli elementali, carte che prendono il loro potere dalla natura per opporsi a quelli del diavolo. 22 ragazze vengono scelte per rappresentare i tarocchi elementali e combattere per mantenere l’equilibrio del mondo.

La prima puntata introduce appena la protagonista, mi è sembrata comunque interessante. Potrebbe diventare un anime molto simile a Madoka: dietro al design carino si nasconde un lato oscuro.

Difficoltà: principiante

Spero questo articolo di abbia dato qualche idea su cosa guardare in giapponese. Non è una stagione eccelsa però qualcosa di accettabile da vedere c’è. Inoltre trovo molto lodevole l’iniziativa Dynit per portare in contemporanea al Giappone alcuni anime in streaming.

Pensi di seguire questa stagione? Cosa guarderai?

Io credo che metterò in pausa gli anime della stagione per guardarmi gli arretrati!

3 commenti

  1. Greed

    16 Luglio 2013

    Per puro caso ho visto una puntata di 私がモテないのはどう考えてもお前らが悪い! (titolo lunghissimo!) sulla tv giapponese, però ancora non sono riuscito a seguire il senso della storia. Devo fare ancora un po’ di pratica! :D

    • Yuffie

      17 Luglio 2013

      @Greed purtroppo i livelli che metto sono molto molto indicativi e solo principiante/intermedio/avanzato non basta per definire la vera difficoltà. Credo che siano tutte più difficili di quelle dell’articolo dedicato alle serie più semplici.

      Comunque non ti scoraggiare, ci sono alcuni anime che capisco poco pur avendone visti parecchi senza sottotitoli. Non si smette mai di imparare!

  2. anega tanega

    17 Luglio 2013

    Mi incuriosisce molto 有頂天家族, soprattutto perché simile a Pom Poko!
    Il tema, in realtà, è originale: è – paradossalmente – raro che negli anime si tratti il folclore giapponese, quando è molto più comune quello europeo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se è la prima volta che scrivi su questo blog, il tuo commento andrà in moderazione e verrà pubblicato dopo averlo approvato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

%SERVICE_NAME% è disattivato, per attivarlo cambia le impostazioni dei cookie.