Hanami Blog

Anime stagione invernale 2014 – Impressioni

17 Gennaio 2014 1 CommentoAnime, Giapponese

Il primo appuntamento del 2014 con gli anime della stagione. Alcuni anime si sono dimostrati validi, altri deludenti. Vediamo subito gli otto anime che ho scelto di vedere questa volta.

I livelli di difficoltà sono indicativi: se c’è qualche anime che ti interessa, anche di livello più alto rispetto al tuo, prova a guardarlo lo stesso, potresti capire più di quello che pensi!

Vorresti imparare e migliorare il giapponese con gli anime? Leggi questa guida.

Space Dandy – スペース☆ダンディ

Space Dandy

La storia ruota attorno a Dandy, un cacciatore di alieni con il compito di scoprire nuove specie. Accompagnato dal robot QT e dall’alieno felino Meow, scoprirà nuovi pianeti e conoscerà i suoi abitanti.

La ragione principale per cui ho guardato l’anime è per la direzione di Watanabe, regista di Cowboy Bebop e Samurai Champloo. Qualche parola per descriverlo? Decisamente fuori di testa, dove accadono le cose più strane nello spazio a contatto con gli alieni più strambi, una sorta di “Nichijou” nello spazio. Alcune gag mi hanno fatto ridere, però avrei preferito avere un po’ meno fanservice nella prima parte della puntata.

Mi aspettavo di più visto che era il favorito della stagione, buono ma non mi ha detto niente in particolare. Rimane comunque tra i migliori che ho visto di questa stagione.

Difficoltà: Intermedio

Tonari no Seki-kun – となりの関くん

Tonari no Seki-kun

Toshinari Seki è un vero e proprio maestro nel giocare ai giochi più improbabili durante le lezioni, senza mai farsi scoprire dai professori. La sua vicina di banco Rumi Yokoi non può fare a meno di notarlo e ogni tanto questo la mette nei guai con gli insegnanti!

È l’anime della stagione che mi è piaciuto di più: in soli 7 minuti riesce ad intrattenere lo spettatore. Forse avrei preferito un’unica puntata di 24 minuti con diversi spezzoni dei giochi di Seki-kun, ma anche così non mi dispiace così tanto. Si vede che l’anime è stato fatto con un budget ristretto, i disegni e le animazioni puntano troppo al risparmio. Per il resto diverte e lo fa in modo originale.

Puoi vedere la prima puntata, con trascrizione e traduzione, a questo articolo.

Difficoltà: Principiante

D-Frag! – ディーふらぐ

D-Frag

Il teppista Kenji Kazama, per una serie di circostanze, si ritrova iscritto al club di creazione di videogiochi. Pare che le ragazze iscritte al club siano ben più pericolose del suo gruppetto di delinquenti!

Altro anime un po’ fuori di testa, più che altro chi ha qualche rotella fuori posto sono le ragazze appartenenti al club, ognuna di loro si è attribuita un elemento come in Pokémon! Tutto sommato mi ha divertito abbastanza, anche se qualche punto mi è sembrato ripetitivo e poco originale. È carino da vedere ma non così imperdibile.

Difficoltà: Principiante-Intermedio

Hamatora – ハマトラ

Hamatora

Alcuni esseri umani sono dotati di grandi abilità e vengono chiamati “portatori di Minimum“. I due detective protagonisti Nice e Murasaki, durante alcune indagini per omicidi, scoprono che le vittime sono portatori di Minimum, proprio come loro.

Noioso, noioso e ancora noioso. La ragione per cui l’ho guardato è per la sceneggiatura di Yukinori Kitajima, che si è occupato anche della visual novel 428 ~Fūsa Sareta Shibuya de~. Ho adorato la visual novel e mi aspettavo una trama interessante, invece abbiamo solo detective con super-poteri e… no, questo particolare non rende l’anime così interessante.

Questa prima puntata non fa che introdurre i personaggi, abbastanza anonimi, senza dare un grosso spunto su come continuerà: il caso trattato è davvero ben poco interessante. Potrebbe anche migliorare con il passare delle puntate, al momento mi ha detto veramente poco. L’unica cosa buona sono alcune battute e i disegni.

Difficoltà: Intermedio

Chuunibyou demo Koi ga Shitai! Ren – 中二病でも恋がしたい!戀

Chunibyou Ren

Seguito della prima serie, ritroviamo in scena i vecchi personaggi tra scuola e la “sindrome della seconda media” che affligge Rikka Takanashi. Riuscirà Yuuta a liberarla dalla chuunibyou?

Chuunibyou è uno dei pochi anime KyoAni che mi è piaciuto, non è un capolavoro ma è piuttosto godibile. La seconda stagione al momento segue la stessa linea della prima, compresi i combattimenti immaginari, con qualche cambiamento riguardo ai personaggi dopo gli eventi accaduti durante la prima stagione.

Difficoltà: Principiante

Toaru Hikuushi e no Koiuta – とある飛空士への恋歌

Toaru Hikuushi e no Koiuta

È la storia di un principe, Karueru, che ha perso tutto a causa di una rivoluzione. Inizia un lungo viaggio verso l’ignoto, oltre i confini del cielo, senza sapere se mai ritornerà a casa.

Un inizio molto lento, viene dato appena qualche indizio dei rapporti tra i vari personaggi, compreso un amore che sboccia in modo fin troppo veloce. Mi ispira molto l’ambientazione e mi sembra abbia una discreta potenzialità per diventare una buona serie, speriamo continui bene: la prima puntata dice davvero poco sui personaggi. Sono molto belli i fondali dell’anime, più volte mi sono venuti in mente i fondali di Byosoku 5 Centimeter. Buone anche le animazioni, specialmente le scene di volo.

Difficoltà: Principiante-Intermedio

Buddy Complex – バディ・コンプレックス

Buddy Complex

Lo studente di liceo Aoba viene improvvisamente attaccato da un enorme robot. La compagna di scuola Hina riesce a salvarlo ma si ritrova catapultato nel futuro. Inizia così la nuova vita di Aoba come pilota della Free Treaty Alliance contro l’avversaria Great Zogiria Republic.

Non male come inizio, senza dubbio fa più bella figura di Valvrave, eliminando tutto quello che non serve (fanservice e altre trovate senza senso). Non avevo ancora visto l’accoppiata mecha e viaggi nel tempo, forse perché non sono una grande appassionata del genere e non ho guardato molti anime di questo tipo. È stato un buon episodio ma non mi piace molto lo stile dei disegni.

Difficoltà: Principiante-Intermedio

Noragami – ノラガミ

Noragami

Yato è un dio che sogna di diventare la divinità più venerata nel mondo con un grande tempio. In realtà è uno dio al verde che, per soli 5 yen, fa ogni tipo di lavoro e combatte le mostruose creature Ayakashi che causano i mali sulla Terra. A tutto questo si aggiunge Hiyori che, a causa di un incidente, ha dei problemi con la sua anima che si stacca dal corpo. La ragazza aiuterà il dio a diventare più forte per riuscire a ritornare come era prima.

Devo dire la verità: non mi aspettavo molto da questo anime, invece è stata una bella sorpresa. I due personaggi principali, Yato e Hiyori, non mi dispiacciono per niente, hanno una buona caratterizzazione. L’episodio è un mix ben dosato tra comicità e altri parti un po’ più riflessive, senza stonare con l’atmosfera generale dell’anime. Mi ha incuriosito molto e credo di continuarlo.

Difficoltà: Principiante-Intermedio

E tu hai già visto o iniziato qualche anime di questa stagione? Cosa ne pensi?

Un commento

  1. nini

    19 Gennaio 2014

    Seki-kun è un genio. È decisamente l’anime che fa per me in questo periodo: corto e divertente.
    Povera Yokoi x°D

    Per gli altri anime darò un’occhiata a space dandy e noragami (e quando recupero chuunibyou mi vedo pure questa stagione :D)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se è la prima volta che scrivi su questo blog, il tuo commento andrà in moderazione e verrà pubblicato dopo averlo approvato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

%SERVICE_NAME% è disattivato, per attivarlo cambia le impostazioni dei cookie.