Hanami Blog

Etimologia dei kanji 友, 左, 右 e 若: così simili ma non uguali!

29 Luglio 2014 5 CommentiGiapponese, Kanji
Miko

Oggi vedremo l’etimologia dei kanji 友, 左, 右 e 若, tutti kanji accomunati dalla parte superiore simile al katakana ナ (na). Così simili ma con un’origine molto diversa!

Potrebbero esserci più interpretazioni riguardo alla nascita di questi kanji, ho riportato le interpretazioni confermate più volte su siti giapponesi. È difficile dire con certezza cosa rappresentassero in origine.

Amico – 友・とも (tomo)

Dalla forma non si direbbe che questo kanji rappresenta due mani. In origine il kanji di 友 assomigliava molto alla rappresentazione di due mani.

Sia ナ che 又 rappresenta una mano destra, abbiamo come risultato due mani che si aiutano a vicenda. È naturale che tra amici si collabora e ci si aiuta, pare che sia proprio questa l’origine del kanji di “amico”.

Evoluzione del kanji 友

Evoluzione del kanji 友

Vocaboli con 友:

  • 友達・ともだち (tomodachi) – Amico
  • 友人・ゆうじん (yuujin) – Amico (più formale di 友達)
  • 友情・ゆうじょう (yuujou) – Amicizia
  • 親友・しんゆう (shinyuu) – Migliore amico

Sinistra – 左・ひだり (hidari)

ナ rappresenta una mano sinistra, mentre 工 rappresenta uno strumento utilizzato nei momenti di preghiera. Quindi il kanji è la rappresentazione di una mano sinistra che tiene uno strumento utilizzato nelle preghiere e per richiedere aiuto agli dei.

Evoluzione del kanji 左

Evoluzione del kanji 左

Vocaboli con 左:

  • 左・ひだり (hidari) – Sinistra
  • 左手・ひだりて (hidarite) – Mano sinistra
  • 左利き・ひだりきき (hidarikiki) – Mancino

Destra – 右・みぎ (migi)

A una prima occhiata 口 può sembrare il kanji di “bocca”. In realtà è la rappresentazione di un recipiente, chiamato サイ (sai), usato per preghiere e rituali rivolti alle divinità scintoiste (in giapponese questo rituale è detto 祝詞・のりと, norito). Si teneva con la mano destra durante la cerimonia, da qui il significato di destra del kanji.

Evoluzione del kanji 右

Evoluzione del kanji 右

Vocaboli con 右:

  • 右・みぎ (migi) – Destra
  • 右手・みぎて (migite) – Mano destra
  • 左右・さゆう (saiyuu) – Sinistra e destra
  • 右利き・みぎきき (migikiki) – Destrimano

Lo sapevi che l’ordine dei tratti di ナ nei kanji 左 e 右 è diverso? Il perché di questa differenza si può spiegare solo attraverso la loro forma originale, dato che in origine le mani puntano in due diverse direzioni.

Pur essendo molto simili i kanji, nel caso di 左 si parte dal tratto orizzontale, per 右 invece si inizia dal tratto verticale.

Ordine dei tratti di 左 e 右

Giovane – 若

È davvero irriconoscibile questo kanji dalla versione utilizzata migliaia di anni fa! Diresti che rappresenta una “miko”? Le miko (巫女) sono le ragazze che lavorano presso i templi scintoisti vestite di rosso e bianco. In origine erano delle sacerdotesse-sciamane che, entrando in trance, davano voce agli dei.

Il kanji rappresenta una miko in trance con le mani alzate che trasmette le parole del dio. Nella parte più alta ci sono le mani della ragazza, in basso ritroviamo di nuovo il contenitore サイ (sai) utilizzato nei rituali. 口 è un’aggiunta fatta solo successivamente, non appare nelle iscrizioni più antiche.

Evoluzione del kanji 若

Evoluzione del kanji 若

In origine il significato era quello di “obbedire” alle parole degli dei, con il tempo prese il significato di “giovane”, forse per la giovane età delle miko.

Vocaboli con 若:

  • 若い・わかい (wakai) – Giovane
  • 若し・もし (moshi) – Se
  • 若しくは・もしくは (moshiku wa) – O, oppure
  • 若者・わかもの (wakamono) – Giovane

Spero che ti sia piaciuto l’articolo, trovo molto interessante scoprire l’origine di questi “strani segni” che sembrano non rappresentare nulla. E può essere utile per memorizzare i kanji più facilmente.

E tu cosa ne pensi? Hai letto altre interpretazioni riguardo a questi kanji? Ti aspetto tra i commenti!

Fonte: 47news

Immagini: m_nietzsche, cocotuta.com ( e 左・右), kanji-roots ( e ), Ushitaka

5 commenti

  1. anega tanega

    29 Luglio 2014

    Gli articoli etimologici sono sempre molto interessanti ^^
    Per fortuna che in cinese non si fa distinzione nell’ordine dei tratti tra 左 e 右! In generale, l’ordine dei tratti cinese è molto più facile e regolare!
    Termine strano, 巫女. In cinese sarebbe tipo ‘donna strega’. Ma 巫 da solo cosa vuol dire, in giapponese?

    • Ti posso dire che il kanji è raro, difatti l’unica parola che mi viene in mente con 巫 è proprio 巫女. 巫 significa medium, oracolo.

  2. anega tanega

    29 Luglio 2014

    Sì, anche in cinese 巫 è rarissimo, almeno nel senso letterale. Spesso è però usato per trascrivere forestierismi.

  3. Alberto Sèita

    22 Ottobre 2016

    Salve. Non conosco il giapponese, ma ho viaggiato laggiù con mia moglie che, anche in preparazione del viaggio lo ha studiato nel tempo libero per ben quattro anni.
    Sono arrivato a questo sito, perchè mi incuriosiva sapere se esiste un’espressione nella lingua per dire “porgilo con due mani” oppure “fallo con due mani”, “usa due mani”. Che cosa direbbe un genitore al figlio per educarlo alla cortesia, o alla attenzione, di fare un gesto con due mani?
    Direbbe forse: 左右・さゆう (saiyuu) – Sinistra e destra?
    Grazie
    Alberto Sèita

    • Letteralmente “due mani” in giapponese è 両手 ryoute, a cui si può aggiungere la particella で de per indicare un mezzo. Tra l’altro in Giappone, nel mondo del lavoro, è di consuetudine consegnare il biglietto da visita all’altra persona porgendo entrambe le mani :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se è la prima volta che scrivi su questo blog, il tuo commento andrà in moderazione e verrà pubblicato dopo averlo approvato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

%SERVICE_NAME% è disattivato, per attivarlo cambia le impostazioni dei cookie.