Hanami Blog

Etimologia dei kanji delle stagioni

12 Giugno 2014 5 CommentiGiapponese, Kanji
Stagioni in giapponese

Conoscerai bene i nomi delle stagioni in giapponese, sono tra le prime cose che si imparano, ma forse ancora non conosci l’origine dei kanji. Ho fatto qualche ricerca per scoprire cosa rappresentano i kanji delle stagioni, ecco le informazioni che sono riuscita a trovare.

Non è stato facile, ci sono diverse teorie sulla loro etimologia, non sono tutte così certe. Come tutti gli altri kanji è difficile dire con esattezza cosa rappresentassero in origine. Ne ho riportata una per kanji, quelle che sono state confermate più volte su diversi siti.

Per capire meglio la loro forma in origine e come si è evoluto nel tempo fai riferimento all’immagine qui in basso, ti aiuterà a capire meglio i diversi elementi. I kanji attuali sono molto diversi da quelli in origine, fortunatamente sono più semplici!

Stagioni in giapponese

Forma antica ed attuale dei diversi kanji

Primavera – 春・はる, haru

In origine il kanji di 春 era formato da il radicale di erba in alto e in basso da 屯 e 日. 屯 dà una delle pronunce al kanji e significa germoglio, 日 è il kanji di sole. La primavera è la stagione dei germogli che sbocciano, il momento in cui la natura si risveglia piena di vita.

春

Evoluzione del kanji 春

Vocaboli con 春:

  • 青春・せいしゅん (seishun) – Giovinezza
  • 春雨・はるさめ (harusame) – Pioggia primaverile
  • 早春・そうしゅん (soushun) – Inizio della primavera
  • 思春期・ししゅんき (shishunki) – Età dell’adolescenza

Estate – 夏・なつ, natsu

Ha un’etimologia veramente curiosa questo kanji, all’inizio non significava estate, solo in seguito ha preso questo significato. Rappresentava un uomo che danza con una maschera, che agita le braccia e piedi.

夏

Evoluzione del kanji 夏

Pare che significasse “grande”, forse per la corporatura dei ballerini di bugaku, danza tradizionale giapponese.

Bugaku

Un esempio di ballerino di bugaku

Non si sa bene perché abbia preso il significato di estate, forse per i balli che si effettuavano per la celebrazione dell’estate, o forse perché è la stagione in cui la vegetazione è più folta (“più grande”).

Vocaboli con 夏:

  • 夏休み・なつやすみ (natsu yasumi) – Vacanze estive
  • 夏期・かき (kaki) – Periodo estivo
  • 真夏・まなつ (manatsu) – Piena estate
  • 今夏・こんか (konka) – Quest’estate

Autunno – 秋・あき, aki

In origine questo kanji era 龝, con 火 (fuoco) in basso. La parte a sinistra 禾 indica il raccolto di grano e di riso, 龜 è la forma antica del kanji di tartaruga, in questo caso indica le cavallette, locuste ed insetti simili.

秋

Evoluzione del kanji 秋

Abbiamo il raccolto, abbiamo il fuoco e una cavalletta, riesci ad immaginare il significato? L’autunno era la stagione delle cavallette, c’era il rischio che mangiassero l’intero raccolto. Per questa ragione si dava fuoco ai campi per evitare di perdere il raccolto l’anno successivo.

Vocaboli con 秋:

  • 春秋・しゅんじゅう (shunjuu) – Primavera e autunno; un anno; età
  • 秋晴れ・あきばれ (akibare) – Bel tempo autunnale
  • 秋分・しゅうぶん (shuubun) – Equinozio d’autunno
  • 秋風・あきかぜ (akikaze) – Brezza autunnale

Inverno – 冬・ふゆ, fuyu

Rappresenta una corda con le due estremità legate con un nodo, in basso c’è 冫 (氷 ghiaccio). Nell’antichità si appendeva il cibo alla corda per conservarlo, al kanji è stato aggiunto 冫 successivamente: l’inverno è la stagione in cui il cibo accumulato si conserva, o si congela. Altre interpretazioni vedono come l’inverno la stagione in cui si consuma il cibo accumulato nelle stagioni precedenti.

冬

Evoluzione di 冬

Vocaboli con 冬:

  • 冬季・とうき (touki) – Stagione invernale
  • 冬眠・とうみん (toumin) – Letargo; ibernazione
  • 初冬・しょとう (shotou) – Inizio d’inverno
  • 冬物・ふゆもの (fuyumono) – Abbigliamento per l’inverno

Possiamo riassumere le stagioni in una sola espressione, in quattro caratteri:

春夏秋冬・しゅんかしゅうとう (shunkashuutou)
Primavera, estate, autunno e inverno

Memorizzare i kanji

Già solo leggendo alcune parole ti sarai reso conto di quanto siano utili i kanji per capire il significato e dedurre la lettura di una parola.

L’etimologia è utile per memorizzare i kanji, spesso però non è molto d’aiuto: non è facile capire come sia il kanji originale e da dove deriva.

Il modo migliore per memorizzare i kanji è quello di crearsi una storia che compone le diverse parti. Se vuoi approfondire l’argomento ti rimando all’articolo completo Imparare i kanji: tutto quello che ti serve sapere per impararli facilmente.

Se ti è piaciuto questo articolo non dimenticare di condividerlo sui social, potrebbe interessare anche ai tuoi amici appassionati del Giappone!

Fonti consultate: News47, Chiebukuro, Chinese Etymology.

Immagini: skyeseeker foto sakura e foto momiji, Guwashi999, Syuzo Tsushima; News47, Kanji Roots, Wikimedia

5 commenti

  1. anega tanega

    12 Giugno 2014

    Molto interessante!
    A parte l’etimologia moderna di 秋, le altre non le sapevo proprio!
    La prima versione del carattere invernale sembrava che fossero un paio di cuffiette xD Che in inverno si ascolti più musica?

  2. Wow veramente interessante, adoro questo tipo di articoli *.*

  3. anega tanega

    13 Giugno 2014

    Un paraorecchie avrebbe senso, in effetti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se è la prima volta che scrivi su questo blog, il tuo commento andrà in moderazione e verrà pubblicato dopo averlo approvato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

%SERVICE_NAME% è disattivato, per attivarlo cambia le impostazioni dei cookie.