Hanami Blog

Gli avverbi もう (mou) e まだ (mada): come si usano?

8 Maggio 2019 Lascia un commentoGiapponese

もう e まだ sono due avverbi che possono causare un poco di confusione perché corrispondono a vari vocaboli in italiano, e in alcuni casi si possono tradurre nello stesso modo. Anche se prendono traduzioni simili funzionano in maniera molto diversa.

Hanno vari significati ma in questo articolo tratterò solo quelli che si possono facilmente confondere, non parlerò di もう usato come interiezione e di まだ usato come aggettivo in -na.

さあ、さっそく始(はじ)めましょう! Ok, iniziamo subito!

もう

Questo avverbio significa “già”, “ormai”, si usa per indicare che qualcosa è accaduto in anticipo rispetto al periodo di tempo preso in considerazione. Si può usare anche nel senso che potrebbe essere ormai troppo tardi per cambiare la situazione.

もう4時(よじ)だ。Sono già le quattro.
もう遅(おそ)いです。Ormai è troppo tardi.
もう子供(こども)ではない。Non è/sono più un bambino.
東京(とうきょう)に来(き)てからもう4年(よねん)になる。Sono già passati quattro anni da quando sono venuto a Tokyo.
もうこんな時間(じかん)だ。Ah, si è fatto tardi. (Letteralmente: è già questa ora)
沖縄(おきなわ)ではもう夏(なつ)だ。A Okinawa è già estate.
私はもうあきらめます。Ora mi arrendo. (È arrivato il momento di arrendersi)

Non credo sia necessario spiegare questa vignetta. È un ottimo esempio di もう usato per indicare un’azione già avvenuta in precedenza (beh, più o meno…)

Però non è l’unica traduzione di questa parola. Prende anche il significato di “ancora”, nel senso di ripetere una stessa azione o un certo stato, o di “non più” quando il parlante esprime di non voler più fare una certa azione o vuole che non si ripeta più quello stato.

もう一度(いちど)やってみます。Ci proverò ancora una volta.
もう来(き)ません。Non vengo più.
もうこれ以上(いじょう)食(た)べられない。Non posso mangiare ancora questo.
もう一日(いちにち)待(ま)ってください。Aspetti ancora un altro giorno, per favore.
もう一人(ひとり)いる!C’è ancora una (un’altra) persona!
戦争(せんそう)はもうごめんだ。Basta con la guerra/Non ne posso più della guerra. (Nota: ごめん si può usare anche indicare un rifiuto. In questo caso non è seguito da なさい come quando ci si scusa ma dal verbo essere.)

In altri casi può indicare un’azione che avverrà a breve. In un certo senso mantiene lo stesso significato di immediatezza. Puoi trovare もう combinata con altre espressioni e parole, per esempio in もうすぐ (fra poco, subito).

もう来(く)るだろう。Arriverà tra poco.
もう終(お)わりますから、しばらくお待(ま)ちください。Finirà tra poco, aspetti un attimo per favore.
もうすぐ18歳(はちじゅっさい)になる。Tra poco avrò 18 anni.

Se dovessimo riassumere la maggior parte dei significati di もう si potrebbe dire che mostra una situazione che è cambiata rispetto a prima.

まだ

Il significato più comune è quello di “ancora” ma, a differenza di もう, indica un’azione o uno stato che non ha ancora preso piede al tempo presente. Si trova spesso con i verbi in forma -te iru negativa, ma appare anche con altre forme verbali affermative, sia per indicare uno stato ancora in corso o per uno stato che ancora non è avvenuto.

まだ時間(じかん)がある。C’è ancora tempo.
まだ食(た)べている。Sto ancora mangiando.
まだ日本(にほん)に行(い)ったことがない。Ancora non sono andato in Giappone
報告(ほうこく)をまだ受(う)けていません。Non ho ancora ricevuto il rapporto. (報告: rapporto, resoconto)
まだ早(はや)いです。È ancora presto.
まだあの映画(えいが)を見(み)ていません。Ancora non ho visto quel film.
今(いま)は他(ほか)の本(ほん)を読(よ)んでいるので、まだ読みませんが。Al momento ho ancora altri libri da leggere, quindi non lo leggo ancora (al momento non ho intenzione di leggerlo ma credo che lo farò in futuro).

Il nome completo dell’anime “Ano Hana”: あの日(ひ)見(み)た花(はな)の名前(なまえ)を僕達(ぼくたち)はまだ知(し)らない – Ancora non conosciamo il nome del fiore che abbiamo visto quel giorno.

In questi esempi invece si usa per dire che c’è ancora qualcosa da fare o che rimane ancora qualcosa. Anche in questo caso si può tradurre con “ancora”.

これからまだ寒(さむ)くなる。Farà ancora freddo d’ora in poi.
まだ言(い)いたいことがある。Ho ancora qualcosa da dirti (non ho ancora finito).
期日(きじつ)までまだ日数(にっすう)がある。Manca ancora qualche giorno alla data stabilita. (期日: data fissata, termine, limite)
りんごはまだありますか。Hai ancora delle mele?

Per enfasi si può usare まだまだ per indicare che la situazione si protrae ancora più a lungo oppure per comunicare che c’è ancora tanto da fare per raggiungere un certo risultato. Un classico esempio è il seguente:

A: 日本語(にほんご)お上手(じょうず)ですね。Il tuo giapponese è ottimo.
B: いえ、まだまだです。No, per niente (ho ancora molto su cui lavorare).

これからまだまだ寒(さむ)くなる。Farà ancora freddo d’ora in poi.

もうすぐ6時(ろくじ)だ。でも、まだまだ仕事が残ってる。Sono quasi le 6. Però c’è ancora molto lavoro da fare.

Oppure si può usare per sottolineare una bassa quantità, in questi casi è traducibile con “solo”, “soltanto”.

この家(いえ)は建(た)ててからまだ 1 年(いちねん)にしかならない。È passato solo un anno da quando abbiamo costruito la casa.
まだ4時(よじ)だ。Sono solo le quattro.

In poche parole まだ mostra una situazione rimane invariata, non è avvenuto alcun cambiamento dal passato al momento in cui parlo.

もう e まだ con la forma -te iru

Abbiamo visto vari esempi con questi avverbi usati assieme a dei verbi in -te iru, bisogna però fare una distinzione tra verbi istantanei e durativi (puoi approfondire la forma te -iru a questo articolo).

I verbi istantanei sono quelli che passano in un attimo passano dallo stato di non essere a quello di essere qualcosa. In poche parole non è un’azione che richiede del tempo per essere completata. Un classico esempio è 死ぬ・しぬ (morire), che si passa da ”morire” allo stato di “essere morto”, cioè si passa da 死んだ (inizio dell’azione)->死んでいる (stato in corso ancora attualmente). Per effetto dell’azione avvenuta in passato quello stato è ancora in corso attualmente.

Al contrario i verbi durativi, come dice il nome, riguardano azioni che durano per un certo periodo di tempo, una volta che l’azione è finita non ha più alcun effetto sul presente. Quindi l’azione 食べる・たべる (mangiare) seguirà questo ordine degli eventi: Inizio dell’azione->食べている (azione in corso)->食べた (azione finita).

Vediamo allora degli esempi con もう e まだ assieme a questo tipo di verbi. Iniziamo da un verbo durativo e le possibili risposte che si può dare a una domanda:

コーヒーはもう飲(の)んだ?Hai già preso il caffè?

A: うん、もう飲んだ。Sì, l’ho già preso.
B: ううん、まだ飲んでいない。No, non ancora.

La risposta A è semplice, il parlante dice all’interlocutore che l’ha già preso, quindi l’unica scelta possibile è dire “もう” per dire che quell’azione è già stata fatta prima che avvenisse la domanda.

Nella risposta B si sottolinea che ancora non è stato fatto, ma non dice se lo farà o meno. Potrebbe seguire una spiegazione sul perché non l’ha ancora preso oppure potrebbe seguire un invito dell’interlocutore ad andare al bar insieme.

Con i verbi istantanei invece possono accadere cose di questo tipo:

バスはもう来(き)ましたか。Il bus è già arrivato?

A: はい、もう来ました。Sì, è già arrivato.
B: はい、もう来ています。Sì, è già arrivato.
C: いいえ、まだ来ていません。No, ancora non è arrivato.

Non credo ci sia il bisogno di spiegare le risposte A e C, visto che sono simili al caso precedente, concentriamoci sulla risposta B. In questo caso il parlante vuole comunicare che non solo il bus è arrivato in un momento del passato, ma che si trova ancora lì, mentre la risposta A può far intendere che è arrivato ma potrebbe essere andato via, non è chiaro se si trova ancora lì. Vorrei chiarire che il verbo 来る・くる è istantaneo, quindi la forma -te iru non significa mai “sta arrivando”, ma è appunto il risultato di un’azione: è arrivato e l’azione ha ancora effetti sul presente.

È possibile abbreviare una risposta del tipo まだ〜ていない in いいえ、まだです (o più informale ううん、まだだ), che si può tradurre con “no, non ancora”. まだです/だ indica che un’azione non è ancora stata completata.

まだ sulla copertina di questo libro per bambini per dire che è necessario aspettare ancora (まだだよ – Non ancora!)

Spero che questo articolo ti sia stato utile per comprendere il funzionamento di questi due avverbi non sempre così facili da tradurre. Se ti è piaciuto puoi condividere l’articolo cliccando sui pulsanti social qui sotto.

Alla prossima!

Fonti articolo: niwasaburo, goo jisho, Japanese Stack Exchange

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se è la prima volta che scrivi su questo blog, il tuo commento andrà in moderazione e verrà pubblicato dopo averlo approvato.