Hanami Blog

Nomi e cognomi coreani

5 dicembre 2013 14 CommentiCorea, Coreano

Per chi non è abituato, i nomi coreani sembrano tutti simili e difficili da distinguere! Vediamo come sono composti i nomi e quali sono i più comuni.

In generale un nome coreano completo è formato da 3 sillabe (sillabe nella lingua coreana, naturalmente): la prima è quella del cognome, le altre due compongono il nome proprio.

Prendiamo come esempio il nome di una persona coreana diventata piuttosto famosa in occidente, anche se sono sicura che la conoscerai con un altro nome: 박재상 (Park Jae-sang), il nome dell’artista coreano Psy. 박 (Park) è il cognome, mentre 재상 (Jae-sang) è il nome proprio di persona.

Come in Giappone, anche in Corea è piuttosto rude chiamare una persona solo con il nome proprio, a meno che non siano amici, persone della stessa età o bambini. Addirittura è scortese riferirsi con il nome proprio se si parla con una persona più vecchia di un anno!

Anche riferirsi solo con il cognome può essere considerato inappropriato in alcuni casi. È meglio utilizzare il nome completo seguito da onorifici e titoli.

Ci sono diversi modi per trascrivere la lingua coreana in lettere, ognuno dei quali non rispetta completamente la reale pronuncia. In questo articolo farò uso di quella considerata ufficiale dalla Corea o quella che viene normalmente utilizzata per trascrivere determinati nomi/cognomi.

Cognomi coreani

Si conta ci siano solo 250 cognomi in Corea e i 5 cognomi più comuni appartengono a metà della popolazione:

  • 김 (金) Kim
  • 이 (李) Lee
  • 박 (朴) Park
  • 최 (崔) Choi
  • 정 ( 鄭,丁) Chung, Jung

Una vera confusione: solo il cognome Kim è usato da 9 milioni di persone! Probabilmente questa è una delle ragioni per cui sembrano tutti così simili i nomi. I primi 3 cognomi appartengono al 45% della popolazione. Assurdo, vero?

Per differenziare l’origine delle diverse famiglie, ogni cognome è diviso in più clan per definire la città di origine e può avere ulteriori suddivisioni. Questo elemento viene chiamato Bon-gwan (본관 – 本貫) in coreano. Per i Kim quindi possono esserci quelli di Gimhae, quelli di Gyengju e così via, a seconda della zona di origine del clan in modo da suddividere le diverse famiglie.

In passato esisteva una legge che vietava alle persone appartenenti allo stesso clan di sposarsi tra di loro, ora non più attiva, anche se rimane un tabù.

Gli altri 5 cognomi più diffusi in Corea sono:

  • 강 (姜) Kang
  • 조 (曹) Cho
  • 윤 (尹) Yoon/Yun
  • 장 (張) Chang
  • 신 (申) Sin

Quasi tutti i cognomi coreani hanno una sola sillaba e possono essere scritti in caratteri cinesi, questo perché in passato l’aristocrazia coreana adottò il sistema confuciano cinese e man mano anche la popolazione prese questi cognomi.

Con il tempo i cognomi hanno assunto una pronuncia sempre più coreana, distinguendosi da quella cinese, ci sono persino una decina di cognomi composti da due sillabe come 남궁 (Namgung), 황보 (Hwangbo) e 제갈 (Chegal).

Se hai voglia di approfondire i cognomi Wikipedia ha un’ottima tabella da consultare, con tutti i possibili modi esistenti per traslitterarli nel nostro alfabeto.

Nomi coreani

Nonostante tutti i nomi coreani vengano scritti in hangul, in genere per dare un nome si scelgono due caratteri cinesi che abbiano un bel significato e un bel suono. Spesso ci si affida a degli indovini per scegliere un nome di buon auspicio!

Più precisamente i coreani possono scegliere da una lista di circa 5000 hanja.

Però non si tratta solo di scegliere i caratteri più belli: alcuni caratteri sono adatti a nomi femminili, altri a nomi maschili, anche la posizione di una sillaba può far sembrare un nome più maschile o più femminile a seconda dei casi.

C’è la tradizione, anche se sta cadendo man mano in disuso, di inserire nel nome del proprio figlio un carattere di famiglia. Questo processo viene chiamato 돌림자 (Dollimja) e si tratta di un’usanza ereditata dalla Cina.

Quindi il nome in questo caso è formato da una sillaba di famiglia, condivisa con persone della stessa generazione, mentre l’altra è unica per ogni individuo. Tra fratelli o cugini si può avere la sillaba in comune, così come il padre (o la madre) potrebbe avere in comune con i propri fratelli/sorelle e cugini una stessa sillaba del nome.

In Corea i nomi che vengono scelti attraverso gli hanja sono molti, ma non mancano nomi completamente coreani o presi dall’inglese, quasi tutti femminili. Alcuni dei più popolari sono Haneul (하늘 – Cielo), Areum (아름 – Bellezza), Kippeum (기쁨 – Gioia), Suji (수지), Jein (제인). I nomi vengono registrati sia in hangul che in hanja nei documenti ufficiali, ove non è possibile scriverli in hanja si utilizzano unicamente gli hangul.

A volte possono esserci nome da un solo carattere o formati da tre caratteri, anche se sono piuttosto rari!

Alcuni nomi femminili tipicamente coreani sono 서연 (So-yon), 미영 (Mi-yon), 지은 (Ji-eun), 혜진 (Hye-jin), 서윤 (Seo-yun), 민서 (Min-so), 하은 (Ha-eun), 정은 (Chong-eun).

Alcuni dei nomi maschili più comuni sono 준영 (Jun-yong), 영호 (Yong-ho), 현수 (Hyon-su), 민호 (Min-ho), 민준 (Min-jun), 서준 (Seojun), 하준 (Ha-joon), 도윤 (Do-yun).

Non è facile capire se un nome è femminile o maschile, almeno non quanto il giapponese. Non resta che osservare diversi nomi e capire i caratteri che ricorrono di frequente.

Ad esempio 미 è associato ai nomi femminili (美 – bellezza), mentre 준 (eroe/eccellenza) a quelli maschili. Quindi per un nome femminile si useranno in prevalenza caratteri considerati femminili, per uno maschile i caratteri maschili, oppure si usano caratteri unisex. Alcuni nomi sono considerati unisex, come 지원 (Ji-won), 현진 (Hyon-jin), 성민 (Song-min), 경진 (Kyong-jin), 수빈 (Su-bin), 지우 (Ji-woo), 하윤 (Ha-yoon).

Latinizzazione: come funziona?

Esistono diversi modi per scrivere un nome coreano in lettere, a mio parere nessuno in maniera efficace quanto scriverli in hangul (sì, è ben peggio della scrittura romaji per il giapponese!)

Puoi trovare un nome scritto maniera coreana oppure seguire l’ordine occidentale nome-cognome (Esempio: 이민수, Lee Minsu, diventa Minsu Lee in ordine occidentale). Inoltre le due sillabe del nome possono o meno essere separate. Esempio: 이민수 può essere scritto Lee Minsu, Lee Min-su o Lee Min Su, ovviamente nome e cognome possono essere invertiti di posizione.

Se conosci un po’ di hangul avrai notato che alcune romanizzazioni dei cognomi in coreano non rispettano la pronuncia originale: 이 viene scritto come Lee, 박 come Park, 최 come Choi.

Rispetto al giapponese la questione dei nomi traslitterati in lettere si fa più complicata. In alcuni casi si segue il sistema McCune–Reischauer, altre volte varia secondo la pronuncia inglese o fa uso della latinizzazione ufficiale utilizzata in Corea.

Come imparare a leggere i nomi coreani

Ti piacerebbe riuscire a leggere i nomi coreani, capire i dialoghi dei tuoi drama preferiti o i testi delle tue canzoni preferite? Allora devi assolutamente imparare l’alfabeto coreano!

Se non sai da dove partire ti consiglio di dare un’occhiata a Hangul Passo Passo, l’ebook che ho scritto per lo studio dell’alfabeto coreano. Oltre ad imparare le singole lettere, troverai tutte le regole di lettura da conoscere e tante parole d’esempio.

Spero che questo articolo ti sia piaciuto! Se l’hai apprezzato condividilo sui social, così farai conoscere a tuoi amici qualche curiosità sulla Corea e sulla sua cultura.

Fonti articolo: Wikipedia, Corea.it, Ask A Korean, Korean Wiki Project.

14 commenti

  1. Rihito0902

    5 dicembre 2013

    Anche se non studio seriamente il coreano quest’articolo è stato illuminante. Non sai quante volte ho cercato di capire come funzionano!

  2. anega tanega

    5 dicembre 2013

    Bellissimo!
    Molto interessante che la struttura del nome a tre sillabe sia come in cinese (in cui i primo carattere è il cognome e il secondo la generazione, di solito).
    Anche in Cina 李 è comune, e a volte capita di vederlo romanizzato come ‘Lee’, ma la versione corretta è ‘Li’. Come il ‘Bruce Lee’.

  3. Quando hai parlato di “carattere” in comune con la famiglia mi è venuto in mente quando sento magari di fratelli o cugini che hanno tutti come nome “pier-qualcosa” o “maria/anna-qualcosa”
    So che non è la stessa cosa però potrebbe essere lo stesso principio di mantenere una “similitudine” in famiglia (magari perchè i nonni si chiamavano in quel modo) no? ò.ò

  4. Complimenti per il tuo bellissimo articolo!

  5. se il cognome fosse messo prima del nome?
    cioè se scrivo 이수웅 (Lee Su Woong) se io spostassi il cognome e lo metterei davanti al nome cosi: Su Woong Lee, avrebbe lo stesso significato o cambia? se viene scritto così 수웅이

    • Non credo di aver mai visto il nome prima del cognome in coreano, non penso sia possibile spostarlo. Discorso diverso se scritto in lettere, si può trovare in tutti e due i modi. È possibile che se parli con qualche coreano ti dirà prima il nome e poi il cognome, ma solo per far capire qual è il nome proprio, visto che da noi è l’esatto opposto.

      • ora mi è tutto chiaro, grazie!
        ma quel ” 이 ” che significa? sia se messo davanti a un nome o che è solo come frase?

  6. Qhananchiri

    2 maggio 2016

    Molto interessante. Per chiarire i nomi di Kim Il-sung, Kim Jong-il e Kim Jong-un sarebbero rispettivamente Il-sung, Jong-il e Jong-un ? Jong-il e Jong-un è qualcosa tipo Jong senior e Jong junior ?

    • Sì esattamente, Kim è il cognome.

      No, i due nomi si scrivono con altri hanja (ideogrammi), quindi non hanno nulla a che fare son il significato di senior o junior, però hanno in comune una sillaba.

  7. hei scusa, non è che potresti dirmi come si scrive jee yun in caratteri coreani?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi un avatar personalizzato? Registrati su Gravatar